menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
140759_carditello

140759_carditello

Lo Stato acquista la Reggia di Carditello. Ministro Bray: 'Sono felice di aver mantenuto la promessa fatta all'''angelo'' Tommaso'

San Tammaro - La Reggia di Carditello di San Tammaro (Caserta) è stata acquistata dalla Sga, società controllata dal ministero dell'Economia, per la cifra di 11,5 milioni di euro. L'acquisto è avvenuto il 9 gennaio al termine dell'undicesima asta...

La Reggia di Carditello di San Tammaro (Caserta) è stata acquistata dalla Sga, società controllata dal ministero dell'Economia, per la cifra di 11,5 milioni di euro. L'acquisto è avvenuto il 9 gennaio al termine dell'undicesima asta giudiziaria tenutasi alla sezione fallimentare del tribunale civile di Santa Maria Capua Vetere. La Sga cederà la Reggia al Mibac. La procedura sarà ultimata entro pochi giorni.
"Sono davvero felice di aver mantenuto la promessa fatta a Tommaso", ha esultato in un tweet il Ministro per i Beni Culturali Massimo Bray. Ecco l'intervento del Ministro sul proprio Blog: "Ho visitato la Reale Tenuta di Carditello il 26 ottobre. Mi guidava Tommaso Cestrone, che tutti hanno conosciuto come l'angelo di Carditello, il volontario che gratuitamente si occupava di custodire il giardino e gli arredi dalle incurie e dalle ruberie. Carditello è un luogo straordinario di memorie storico-architettoniche, storico-artistiche.Prima di entrare nella reggia, Tommaso mi ha ricordato che di promesse qui ne sono state pronunciate tante. "Parole politiche, davanti a televisioni; parole d'aria" come le ha definite lui, che non hanno portato mai ad alcuna soluzione.

Io gliene ho fatta una, personale, l'ultima volta che l'ho sentito, la vigilia di Natale: che non ne avrei mai fatte, se non avessi avuto la certezza di rispettarle. Purtroppo non potrò dimostrarglielo, perché Tommaso ci ha lasciato quella notte, tra le mura della sua amata reggia.Tommaso è diventato il simbolo di Carditello, la testimonianza che la cultura può - e deve - essere accudita, conservata, amata.
Non solo, perché Carditello deve tornare presto ad essere ciò per cui è diventata famosa nel tempo: una terra prospera, in cui le pratiche agricole e zootecniche erano modelli da imitare. Una nuova Terra del Lavoro capace di ricucire le ferite inferte da anni di abbandono e incuria.Caro Tommaso vorrei che Carditello diventasse proprio il simbolo della voglia di tutto il Mezzogiorno di operare un cambiamento forte, il simbolo di una comunità che si prende a cuore le proprie eredità culturali e storiche e le rende fruibili per la collettività intera e ne disegna, intorno al suo valore, un futuro di lavoro e benessere.Vorrei che il tuo impegno civile, la tua pazienza fossero conservati nelle mura di Carditello perché con il tuo amore ci hai insegnato che il patrimonio culturale è un bene collettivo, un grande valore di civiltà, di cui tutti dovrebbero sentirsi responsabili.Grazie Tommaso".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento