Domenica, 13 Giugno 2021
Cultura

Ritratti damore e donore, lironico dramma della sceneggiata Napoletana

Portici - "Iss, essa e o' malament", trittico di protagonisti indiscussi della sceneggiata classica napoletana, rappresentavano, per questo genere teatrale, il perno fondamentale dal quale la narrazione prendeva vita.L'eroe positivo, l'eroina e...

"Iss, essa e o' malament", trittico di protagonisti indiscussi della sceneggiata classica napoletana, rappresentavano, per questo genere teatrale, il perno fondamentale dal quale la narrazione prendeva vita.
L'eroe positivo, l'eroina e l'antagonista, si muovevano sulla scena e nel racconto, punto di partenza per la creazione di un affresco collettivo, che attraverso i toni dell'amore, del tradimento, dell'onore e talvolta della malavita , rappresentava tutti quei personaggi della musica e del teatro napoletano, quali soubrettes, macchiettisti, prostitute, muort 'e famme, capere, guappi, che hanno disegnato il più grande bozzetto d'arte di tutti i tempi, cioè la società napoletana.
Venerdì 20 Luglio dalle ore 21:00 presso la Dimora Borbonica Villa San Gennariello di Portici, Camontour presenta l'evento "Ritratti d'amore e d'onore, l'ironico dramma della sceneggiata Napoletana", una manifestazione in cui il teatro itinerante si fonde con il gusto, in una location storica, elegante ed accogliente.
Lo spettacolo messo in scena dal duo di cantanti attori Elisabetta D'Acunzo e Vincenzo Iengo, accompagnati alla chitarra da Aniello Palomba, sarà itinerante e interattivo, gli attori utilizzeranno gli angoli più suggestivi della Villa, tra salotto, cortile e giardino per dare vita ad emozionanti ed ironici momenti teatrali, in cui la prosa si fonderà all'interpretazione musicale e canora.
Un omaggio culturale e nostalgico alla "Sceneggiata", tipologia di spettacolo che naque storicamente nel primo dopoguerra, allo scopo di unificare il genere musicale classico con il teatro.
Le rappresentazioni erano infatti imperniate su una canzone di grande successo, dalla quale la sceneggiata prendeva il titolo e, attorno al tema musicale, veniva costruito un testo teatrale in prosa, risultando così un lavoro in cui canto, ballo e recitazione si fondevano in un'unica rappresentazione.
I momenti teatrali saranno intervallati da una cena al buffet servita presso il cortile della villa settecentesca, nota per essere l'ex fagianeria Borbonica, la quale conserva un antico tempietto e delle caratteristiche cantine in tufo.

Data e ora: 20 Luglio 20:45Quota di partecipazione: ? 30,00 spettacolo + cena (antipasto, primo, secondo e dolce)Location: Villa San Gennariello/Via Madonnelle, 5 Portici (Na)www.villasangennariello.com
Come Arrivare:-Uscire al casello autostradale di Ercolano sulla A3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritratti damore e donore, lironico dramma della sceneggiata Napoletana

CasertaNews è in caricamento