menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
073036_The_madman

073036_The_madman

Al Belevedere si inaugura la mostra Vibrazioni e Segni Contemporanei

Caserta - Sabato 13 settembre, alle ore 18.30, sarà inaugurata la mostra "Vibrazioni & Segni Contemporanei", a cura di Gianpaolo Coronas, con la direzione artistica di Viviana Passaretti e con il patrocinio del Comune di Caserta, presso il...

Sabato 13 settembre, alle ore 18.30, sarà inaugurata la mostra "Vibrazioni & Segni Contemporanei", a cura di Gianpaolo Coronas, con la direzione artistica di Viviana Passaretti e con il patrocinio del Comune di Caserta, presso il Complesso Monumentale del Belvedere di San Leucio - via Atrio Superiore Parrocchia - 81100 San Leucio (Caserta).
Il vernissage vedrà assoluti protagonisti i quindici artisti che esporranno le loro opere nel prestigioso sito, sorseggiando, nel frattempo, un gustoso aperitivo firmato Coffea. Il suggestivo complesso, nato come residenza reale di caccia, divenne poi, per volere di Ferdinando IV, sede di una comunità autonoma dedita all'arte della tessitura.La nascente Real Colonia di San Leucio, basata su uno statuto apposito del 1789 che stabiliva leggi e regole valide solo per tale comunità, richiamò artigiani francesi, genovesi e messinesi. Essendo il sito divenuto un importante polo industriale, il re progettò una nuova città chiamata Ferdinandopoli.Le sete leuciane, famose nel mondo, arredano, tra le altre, prestigiose sale della Casa Bianca, del Quirinale e di Buckingham Palace.

GLI ARTISTI espositori sono: Raul Artista Alameda, Raffaele Amato, Luigi Arzillo, Rosario Ascione, Nicola Badia, Francesco Costanzo, Angela M. De Rosa, Salvatore Fiore, Francesco Matano, Massimo Pozza, Micaela Russo, Angela Santoro, Antonio Santucci, Renzo Sbolci, Enrico Servadei.
Sarà presente il critico Luigi Fusco che, offrendo un preludio del suo intervento, ha dichiarato: Vibra l'arte ed imprime i propri segni in ogni ambito espositivo, ma soprattutto in quelle location che hanno una forte identità storica caratterizzata da valenze architettoniche e sociologiche più uniche che rare. Ancora una volta il prestigioso Complesso Monumentale del Belvedere di San Leucio, da tempo riconosciuto come patrimonio dell'Unesco, apre i propri battenti all'arte contemporanea, anzi alle più recenti manifestazioni d'avanguardia visiva presenti in Terra di Lavoro. Promotore di questo evento è Gianpaolo Coronas, art promoter che, da anni, è attivo nell'organizzazione di personali e collettive, allestite, per lo più, in significativi monumenti della Provincia di Caserta, oltre che ad essere impegnato nella ricerca continua di nuovi autori da proporre ad un sempre più folto gruppo di amatori e veri cultori delle arti contemporanee.Il tema scelto per la presente esposizione non è casuale, ma nasce dal confronto dialogico che è intercorso, in fase preparatoria, fra gli artisti, il promotore dell'evento e chi ne ha curato tutti gli aspetti organizzativi. Dal serrato dibattito, ricco di contenuti teorici e pratici, sono emersi una serie di dati incontrovertibili, cioè che l'arte, intesa come valore universale, è l'unica forma di linguaggio che consente di salvaguardare il concetto di bellezza estetica?La mostra, la cui entrata è libera, sarà visitabile fino al 27 settembre dalle ore 16.00 alle 18.00 tutti i giorni tranne il martedì.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento