Lunedì, 17 Maggio 2021
Cultura

Abusivi alla Reggia, Del Gaudio pensa all'installazione di chioschetti all'esterno. Associazione carabinieri: 'Lotta impari'

Caserta - L'ultima retata c'è stata appena un mese fa, ma la Reggia di Caserta continua a essere popolata da venditori abusivi. Non solo al suo esterno, dove il degrado la fa da padrone, ma anche all'interno, tra le imponenti colonne del cortile...

064845_reggia2

L'ultima retata c'è stata appena un mese fa, ma la Reggia di Caserta continua a essere popolata da venditori abusivi. Non solo al suo esterno, dove il degrado la fa da padrone, ma anche all'interno, tra le imponenti colonne del cortile che affaccia sul giardino all'inglese che conduce alla Grande Cascata.
Il problema della presenza di venditori abusivi dentro e fuori la Reggia di Caserta "è una questione vecchia", risolvibile "installando dei chioschi nelle aree antistanti la facciata su Piazza Carlo III". La proposta arriva dal sindaco di Caserta Pio Del Gaudio, che ricorda "la soluzione che trovammo con il prefetto, quando ero assessore alle attività produttive, con l'installazione di otto chioschetti".

"Il soprintendente Vona conosce la mia posizione - continua la fascia tricolore - e credo che nelle prossime giornate affronteremo questo tema con l'augurio di trovare una soluzione insieme". "Bisogna prendere in considerazione la possibilità di recintare la piazza e di regolarne gli accessi. Le forze dell'ordine non possono star dietro agli incivili e anche ai venditori ambulanti. In ogni caso - sottolinea il sindaco di Caserta - io, che sono stato critico e che sono arrivato a far installare un corno davanti all'entrata, non posso non notare che un cambio di rotta c'è. La polizia municipale, ma anche la Questura, la Prefettura e i Carabinieri stanno intensificando i controlli", conclude.
"Noi facciamo del nostro meglio ma come associazione di volontari del nucleo Reggia dei carabinieri possiamo intervenire solo in ausilio al personale della Reggia oppure segnalare la presenza degli abusivi alle forze dell'ordine". Così il responsabile del Nucleo Reggia di Caserta dell'Associazione Arma dei Carabinieri che all'interno del complesso vanvitelliano hanno una sede e si offrono come supporto, in maniera gratuita, al lavoro di vigilanza e servizio d'ordine ai varchi di ingresso e uscita della Reggia. "Facciamo segnalazione alle forze dell'ordine tutti i sabati e le domeniche ma anche quando vengono allontanati possono rientrare da ingressi alternativi a noi anche sconosciuti". Insomma, è una lotta impari. La Reggia si estende per oltre 3,5 km e forse rispetto all'estensione il personale interno risulta insufficiente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusivi alla Reggia, Del Gaudio pensa all'installazione di chioschetti all'esterno. Associazione carabinieri: 'Lotta impari'

CasertaNews è in caricamento