Jabil, sospesi i 350 licenziamenti. Il fedelissimo di Di Maio: "Pronti ad un nuovo vertice al Ministero"

Nuovi spiragli nella trattativa tra azienda e sindacati

I lavoratori della Jabil davanti la sede di Confindustria Caserta

“La decisione presa oggi dall’azienda di sospendere la procedura di licenziamento collettivo per i 350 lavoratori del sito di Marcianise è una notizia positiva che era stata fortemente auspicata dal Ministero già nella riunione del 27 giugno scorso”. 

È quanto dichiara il vice capo di gabinetto del Ministero dello Sviluppo Economico Giorgio Sorial, fedelissimo di Luigi Di Maio che sta seguendo per conto del leader del Movimento 5 Stelle la vertenza Jabil. Nell’incontro di giovedì sindacati e vertici della multinazionale americana hanno riaperto il dialogo, con qualche spiraglio per la cancellazione definitiva dei licenziamenti.

Fondamentale per i sindacati, come precondizioni per trattare un nuovo accordo, oltra al procrastino della procedura di licenziamento collettivo e la proroga della cassa integrazione in scadenza a settembre.

“Si tratta - ha aggiunto Sorial - di un passo in avanti nella ripresa del dialogo tra le parti, al fine di fronteggiare la crisi sociale e salvaguardare i lavoratori della Jabil. Il Ministero è disponibile a riconvocare il tavolo al termine del percorso che proseguirà in sede locale per verificare le possibili soluzioni che saranno individuate tra le parti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il prossimo appuntamento in programma tra le parti è fissato il 22 luglio presso la sede di Confindustria Caserta per affrontare tutte le soluzioni utili per scongiurare i licenziamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • Il contagio dilaga nel casertano: 4 morti e 576 nuovi casi. Positivo un tampone su 3

  • Troppi contagi: "Marcianise sarà dichiarata zona rossa"

  • De Luca firma un'altra ordinanza dopo il DPCM di Conte: aperti solo nido e asili, Elementari e Medie con la Dad

  • Coronavirus, 318 nuovi casi nel casertano: positivo il 20% dei tamponi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento