menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ressa allufficio postale, Caiazza (Cisas), grave disorganizzazione

San Nicola la Strada - "Potenziare l'ufficio postale di Via Torino per sopperire alle esigenze deicittadini". Lo afferma Luciano Caiazza, dirigente nazionale della Cisas, commentando il grave disagio acui sono sottoposti i pensionati ed i...

"Potenziare l'ufficio postale di Via Torino per sopperire alle esigenze deicittadini". Lo afferma Luciano Caiazza, dirigente nazionale della Cisas, commentando il grave disagio acui sono sottoposti i pensionati ed i cittadini di San Nicola La Strada a causa della chiusura pomeridianadell'ufficio postale dal 12 luglio alla fine di agosto. "Comprendo la necessità che anche i dipendentidell'ufficio postale di Via Torino possano godere di un meritato periodo di ferie. Nessuno meglio di me,considerato che ricopro la carica di dirigente nazionale della Cisas - Anas, sa che tutti i lavoratori hannoil diritto sacrosanto di scegliere il periodo quando andare in ferie, ma la dirigenza delle Poste italiane alivello provinciale deve, comunque, garantire alla cittadinanza di usufruire del servizio anche nell'orariopomeridiano. Sollecito" - aggiunge Caiazza - "le Poste Italiane ad aprire la filiale di Via Torino anchedi pomeriggio, magari assegnando del personale dalla sede centrale di Caserta. Il potenziamento deveessere effettuato con una maggiore presenza del personale" - spiega il dirigente sindacale - "La nostracittà, che conta oltre 21mila abitanti, non può avere solo due uffici (quello di Via Torino, che è presod'assalto quotidianamente da centinaia di cittadini provenienti anche dai comuni attigui, e quello di ViaSanta Croce, la cui capacità ricettiva è talmente ridotta che non è frequentata quasi da nessuno), eper questo che il servizio deve essere potenziato con l'apertura pomeridiana. Si potrebbe ipotizzaredi chiudere la sede di Via Santa Croce e trasferire il personale alla sede di Via Torino per l'aperturapomeridiana". La filiale di Via Torino, già negli altri undici mesi, è presa d'assalto dall'utenza che deveeffettuare pagamenti o ritirare le pensioni, con file di decine di persone che attendono di poter effettuare leloro operazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento