menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grillo (FlcCgil): 'In prima linea a difesa dei lavoratori'

Caserta - "Abbiamo diverse situazioni di contenziosi sindacali in atto sul territorio casertano - tra cui quella dell'Itis "A. Volta" di Aversa, in piedi da più di due anni - che devono essere risolte, nell'interesse dei lavoratori e anche...

"Abbiamo diverse situazioni di contenziosi sindacali in atto sul territorio casertano - tra cui quella dell'Itis "A. Volta" di Aversa, in piedi da più di due anni - che devono essere risolte, nell'interesse dei lavoratori e anche dell'Istituzione scolastica. Abbiamo discusso anche di questo problema con il dottor Chiappetta e della necessità di attivare la commissione per le procedure di raffreddamento (ex art. 4). Con questa dichiarazione il segretario casertano della FlcCgil di Caserta, Enrico Grillo, ha espresso il suo disappunto per alcune realtà scolastiche che vedono limitata la serenità dei docenti e del personale Ata, nonché dei discenti, che risentono in particolar modo dell'inasprimento dell'atmosfera che vivono. Il professor Grillo, al ritorno dall'incontro del Direttore dell'Ufficio Scolastico Regionale, Luciano Chiappetta, con le Segreterie Regionali delle organizzazioni sindacali del comparto scuola, lunedì scorso, ha riferito sui temi affrontati con l'alto dirigente territoriale. All'ordine del giorno c'erano vari punti, tra cui la decisione di rifare le procedure e rimettere a concorso i 36 posti distaccati, ai sensi dell'autonomia scolastica, che la regione ha a disposizione per migliorare l'Offerta Formativa delle scuole. Il problema più imminente, messo sul tavolo dalla Flc di Caserta, è stato quello dei docenti supplenti, che in diversi casi non hanno ancora percepito lo stipendio, pur lavorando da settembre. Anche la richiesta di ridistribuzione delle nomine in ruolo, per cui toccheranno altri 2 posti a Caserta, per le classi di concorso con più disponibilità di posti liberi, non è sfuggita al segretario Grillo, né la situazione del personale ATA, sospesa dal 30 novembre scorso; per tale questione il Direttore dell'Ufficio Scolastico Regionale si è impegnato a concretizzare l'accordo pregresso. La Cgil Flc ha segnalato anche il caso della circolare dell'ufficio scolastico provinciale dove si lasciava intravedere la discrezionalità della giunta esecutiva nell'individuazione dei posti di assistente tecnico. La Flc ha contestato tale circolare, che potrebbe comportare una sensibile riduzione di attribuzione di posti di assistente tecnico. La Flc è tornata a casa, dunque, con un buon bagaglio di successi al suo attivo e con altrettante buone prospettive per il futuro. È previsto, infatti, prossimamente, un muovo incontro, in cui si parlerà di contratto regionale e di diritto allo studio. La Cgil a tale proposito ha fatto altri rilievi in quanto l'amministrazione eluderebbe alcune parti del contratto, in particolare per quanto concerne i 3 giorni fruibili in base all'accordo, ma disapplicati da una sentenza della magistratura. Per la Cgil vanno ridiscussi nei margini dell'autonomia contrattuale. Resta ancora aperta la questione dell'accordo Bassolino - Gelmini, non ancora attuato. Si ricorderà che in base a tale accordo erano stati stanziati l'anno scorso, 25.000.000 di ? dalla Regione Campania, da utilizzare per attivare posti agganciati al decreto Ronchi (D. M. 82 del 2009).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento