menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
072418_mercatone_1_ministero

072418_mercatone_1_ministero

Mercatone 1, incontro al Ministero: la proprieta' conferma chiusura del punto vendita di Capodrise

Capodrise - Negativo l'esito dell'incontro avvenuto al Ministero dellosviluppo economico tra le parti sociali e la proprietà. Erano partiti alla volta della capitale i circa 40 lavoratori del Mercatone 1di Capodrise accompagnati dai rappresentanti...

Negativo l'esito dell'incontro avvenuto al Ministero dellosviluppo economico tra le parti sociali e la proprietà. Erano partiti alla volta della capitale i circa 40 lavoratori del Mercatone 1di Capodrise accompagnati dai rappresentanti sindacali locali ( CGIL, Uil Ugl), dal sindaco Angelo Crescente e dal consigliere di minoranza GiuseppeGlorioso.Al tavolo, presieduto e coordinato dalla responsabile dell'Ufficio vertenzedel MISE, c'erano anche Angelo Trubia, Alessandro Amilei e Gianluigi Baroni cherappresentavano la società.
Scopo dell'incontro era quello di discutere del punto vendita di Capodrise.Molte sono state le proposte avanzate al tavolo.La disponibilità deilavoratori e dei sindacati ad utilizzare contratti di solidarietà ( rinunciadelle tredicesime, cassa-integrazione a rotazione); il rispetto, da parte delComune, degli impegni assunti nel consiglio comunale aperto sia in materiatributaria ( congelamento dei tributi locali per il 2014 e 2015 ), sia gliimpegni logistici ( realizzazione della rotatoria a Pizzo Bufala erealizzazione della bretella di collegamento tra via Retella e la variante direcale).
Oltre a questi strumenti, la delegazione ha annunciato di aver raggiunto unaccordo con il proprietario dell'immobile e di aver ottenuto una risparmio di12.000 euro sull'affitto mensile per i primi 12 mesi e di 35.000 euro mensileper gli anni a seguire.
Di fronte a queste proposte che risolvevano le criticità economico- gestionalidella struttura, ferma è stata la posizione del gruppo di Romano Cenni : lachiusura del punto vendita.
" Abbiamo dimostrato- rivela il sindaco Angelo Crescente- che la storiella delfatturato non regge. La struttura è 12esima su 82 punti vendita. Sono altre lelogiche ispiratrici."
" Sono deluso e amareggiato- ha commentato il consigliere di Sel GiuseppeGlorioso-Ci aspettavamo un'apertura o almeno un rinvio della discussone ma difatto è stato come scontrarsi contro un muro di gomma; . C'erano tutte lecondizioni per risolvere positivamente la vicenda : gli amministratori localiche, in modo compatto, hanno avanzato proposte; un gruppo di lavoratori unito,pronto a fare sacrifici e molto legato al marchio. Le argomentazioni portate altavolo non erano umanistiche e/o caritatevoli bensì fondate dal punto di vistaeconomico . Avevamo messo in campo ,tutti insieme ,delle proposte che avrebberoconsentito, già dal prossimo anno, degli utili per il punto venditacapodrisano. "

La partita non è però del tutto chiusa. Il 14 aprile la vertenza al ministerosi sposterà sul tavolo nazionale dove si discuterà del piano industrialenazionale che prevede il licenziamento di 300 lavoratori entro fine mese eulteriori licenziamenti nei prossimi 2 anni . "
" Ora mi aspetto che il Governo, i parlamentari di Terra di lavoro e icandidati alle elezioni europee- continua Crescente- stiano al nostro fianco .

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento