Economia

Indesit, operai bloccano la statale Appia. Si muove la politica regionale e casertana

Teverola - All'indomani dell'annuncio da parte di Indesit di un piano di riorganizzazione che prevede oltre 1.400 esuberi, gli operai dello stabilimento di Teverola e Carinaro (Caserta) hanno indetto 4 ore di sciopero ed hanno bloccato la strada...

051129_crisi_indesit

All'indomani dell'annuncio da parte di Indesit di un piano di riorganizzazione che prevede oltre 1.400 esuberi, gli operai dello stabilimento di Teverola e Carinaro (Caserta) hanno indetto 4 ore di sciopero ed hanno bloccato la strada statale Appia in segno di protesta. "Il blocco della statale è durato un paio di ore", racconta Alessandro Pagano, coordinatore nazionale della Fiom per Indesit, aggiungendo che la seconda assemblea, che si è tenuta ieri pomeriggio, ha deciso di proclamare due ore di sciopero del pacchetto proclamato dai sindacati, che si aggiungono alle otto ore di sciopero dell'altro ieri.
"La Regione Campania presterà la massima attenzione sulla questione Indesit, il cui piano di salvaguardia e razionalizzazione prevede una drastica riduzione del personale. Allo scopo di vigilare sui livelli occupazionali delle aree su cui insistono gli insediamenti produttivi, ci siamo già attivati per chiedere un incontro con il Governo e le parti sociali, per il tramite della Commissione Attività Produttive della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, coordinata dalla Regione Marche."Così l'assessore alle Attività produttive della Regione Campania Fulvio Martusciello, in merito al piano annunciato dalla Indesit Company, che prevede 540 esuberi tra i due stabilimenti dell'area Teverola - Carinaro."La Regione Campania è attivamente impegnata nella ricerca di una soluzione e metterà in campo tutti gli strumenti più idonei a fare in modo che il nostro tessuto produttivo non venga ulteriormente penalizzato e impoverito", conclude Martusciello.

Il presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi, ha chiesto al Ministro dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato, l'istituzione di un tavolo tecnico urgente per affrontare la delicata questione relativa alla Indesit di Teverola. Il Presidente Zinzi, che ha espresso la massima solidarietà ai lavoratori dell'azienda, ha sollecitato un immediato intervento da parte del Ministro, tenuto conto delle gravi conseguenze socio-occupazionali e di ordine pubblico che già si stanno verificando sul territorio a seguito della notizia del taglio di 540 posti di lavoro nel solo stabilimento di Teverola."In un momento di gravissima crisi economica, che nella nostra terra fa sentire i suoi effetti più che altrove - ha spiegato il presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi - abbiamo il dovere di tutelare i comparti produttivi esistenti e i relativi livelli occupazionali. Vanno difese e rilanciate quelle realtà che operano sul nostro territorio, assicurando interventi a sostegno della produzione industriale e dello sviluppo".
Il Gruppo Consiliare del PD della Provincia di Caserta unitamente agli altri Gruppi Consiliari di minoranza, esprimono il proprio disappunto per la decisione dell'azienda Indesit di riorganizzarsi prevedendo 1.400 esuberi in tutta Italia, dei quali ben 540 nella sola provincia di Caserta. Le scelte prospettate penalizzano ancora di più la nostra provincia. Tale piano colpisce anche l'indotto che opera nell'area ASI di Aversa Nord generando ulteriori esuberi e licenziamenti. Tutto ciò deve preoccupare l'intera classe politica di Terra di Lavoro, poiché la chiusura del sito di Caserta significa desertificare ulteriormente quel minimo di patrimonio industriale ad oggi esistente sul territorio. I Gruppi Consiliari della minoranza, consapevoli della gravità della decisione assunta dalla direzione dell'Indesit, esprimono piena solidarietà e vicinanza ai lavoratori. Attiveranno ogni canale istituzionale per scongiurare questo rischio, che metterebbe in ginocchio l'intera economia dell'agro aversano. Pertanto lavoreranno in tutte le istituzioni locali, tra cui Provincia e Regione, affinché si riesca ad istituire un tavolo di trattativa presso il Ministero dello Sviluppo Economico per trovare la soluzione più opportuna al fine di tutelare sia i livelli occupazionali che il patrimonio industriale esistente. Infine i Gruppi si impegnano a chiedere la convocazione urgente del Consiglio Provinciale con la partecipazione dei sindacati e dei lavoratori sulla specifica tematica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indesit, operai bloccano la statale Appia. Si muove la politica regionale e casertana

CasertaNews è in caricamento