Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cultura

Alla biblioteca comunale va in scena la mostra di Fabrizio Perla

Lanciata l’anteprima della mostra “Nepal e India: immagini e suggestioni”

Alla biblioteca comunale di Aversa, in contemporanea con l’inaugurazione della Sala “Bruno Lamberti” dedicata al compianto grande esponente della cultura aversana, sabato scorso è stata lanciata l’anteprima della mostra “Nepal e India: immagini e suggestioni” di Fabrizio Perla, con il patrocinio del Fai di Aversa, Touring Club - Terra di Lavoro, Pulcinellamente e Aversa Turismo ed il cui allestimento vero e proprio vi sarà in settembre, collegato ad altri eventi in tema.

Nelle molte e bellissime immagini presentate e già in mostra, stupefacenti sprazzi di vita quotidiana di una diversa e affascinante cultura, resoconto di un lungo viaggio, durato otto mesi, su e giù per il sub-continente indiano, dalle foreste del sud alle vette dell’Himalaya, tra yogin, asceti, monaci, templi e gente comune. Nonostante la bellezza delle immagini, Perla, che siamo in verità abituati a sentire più in veste di avvocato amministrativista, ma che non ci sorprende per coltivare notoriamente passioni e interessi del tutto diversi, ci tiene a sottolineare di non essere ovviamente un fotografo ma di aver in sostanza documentato “un Viaggio”, che, raccontato, come era visto nel mondo antico è sempre duplice: da un parte fisico-spaziale, i luoghi che si attraversano, quelli in cui si sosta; dall’altra cognitivo e tra l’inizio e la fine dalla sua storia, il viaggiatore fa esperienza, perde le proprie convinzioni, le mette alla prova, ne acquista di nuove: insomma, proponendo il proprio viaggio, o quel che ne risulta, annodando fili tra oggetti ed argomenti che non hanno apparentemente alcun collegamento se non il viaggiatore stesso e che non sarebbe possibile unire se non con la metafora della propria vita, in una parola, si cambia.

In mostra, oltre alle incredibili fotografie, alcuni documenti “di viaggio” come la mappa che descrive il lungo percorso fatto o l’autorizzazione del governo nepalese per accedere in aree riservate della regione himalayana ed anche qualche resoconto giornalistico dell’epoca (fine anni '80) che evidenziava l’impresa di “un ragazzo che ha percorso ottomila chilometri in Asia con le corriere locali…”. L’anteprima, che si compone di circa 15 foto a colori e alcune in bianco e nero, resterà visibile fino a fine mese presso Il Dono, alla biblioteca comunale, in attesa della presentazione della mostra principale in settembre, sempre a cura della libreria Il Dono, insieme ad incontri ed altri temi sul tema del viaggio e della conoscenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla biblioteca comunale va in scena la mostra di Fabrizio Perla

CasertaNews è in caricamento