rotate-mobile
Cronaca San Felice a Cancello

Spaccio di droga, Dda invoca 8 condanne

La requisitoria dell'Antimafia nel processo in abbreviato alla rete di pusher della Valle di Suessola

La Dda ha invocato 8 condanne nei confronti di altrettanti imputati coinvolti nell'inchiesta sullo spaccio di droga nei comuni della valle di Suessola, tra San Felice a Cancello, Santa Maria a Vico e Forchia. 

Nel corso del processo, celebrato a Napoli con rito abbreviato, il pubblico ministero ha depositato una memoria scritta del pm Luigi Landolfi (titolare delle indagini) che ha invocato 14 anni per Alessio Biondillo di San Felice a Cancello; 8 anni e 8 mesi per Luca Affinita di San Felice a Cancello; 8 anni per Francesco Buono di Airola; 6 anni e 8 mesi per Andrea Di Caprio di Santa Maria a Vico; 8 anni per Patrizio Fruggiero di San Felice a Cancello; 6 anni e 8 mesi per Salvatore Napolitano; 8 anni e 8 mesi per Clemente Pelaggi; 7 anni per Clemente Saccavino di Forchia. Il processo riprenderà a inizio aprile per le arringhe dei difensori e la sentenza. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Orlando Sgambati, Domenico Dello Iacono, Danilo Di Cecco e Clemente Crisci. 

L'indagine, effettuata tra il giugno 2019 ed il febbraio 2020, dai militari del nucleo operativo, sotto la direzione e il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia, ricostruì l’esistenza di un'associazione a delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti, operante nei comuni di San Felice a Cancello, Forchia, Airola e Arpaia, con canali di approvvigionamento nel napoletano. Nello specifico, durante l’attività di indagine sono stati riscontrati oltre 150 episodi di cessione di cocaina, hashish e marijuana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di droga, Dda invoca 8 condanne

CasertaNews è in caricamento