menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il raid in un autolavaggio ad Isernia

Il raid in un autolavaggio ad Isernia

Accusato dal socio di rapina, imprenditore scarcerato

Era stato arrestato dopo il presunto raid in un autolavaggio

Accusato dal socio di rapina e scarcerato dopo 48 ore. E' stata questa la decisione del gip Sicuranza, del tribunale di Isernia, che ha revocato l'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa ai danni di A.N., imprenditore di origini pakistane ma da tempo residente a Succivo. 

L'uomo era stato arrestato lo scorso 22 gennaio quando il titolare di un autolavaggio, un afgano, lo aveva denunciato per una presunta rapina subita presso la sua attività ad Isernia. Secondo una prima ricostruzione dei fatti l'imprenditore di Succivo, insieme a due complici, si sarebbe fatto consegnare l'incasso della giornata, circa mille euro.

Nel corso dell'interrogatorio di garanzia l'imprenditore ha chiarito la situazione. Il suo legale, l'avvocato Gaetano Luigi Spinelli, è riuscito a dimostrare, anche producendo diversi documenti, come il suo assistito,  imprenditore tessile inserito stabilmente nel tessuto produttivo di Succivo, totalmente incensurato e proprietario di una fabbrica con diversi dipendenti, in realtà fosse socio dell'autolavaggio. 

Il gip Sicuranza ha creduto a questa versione dei fatti e disposto l'immediata scarcerazione dell'imprenditore pakistano. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento