Carabiniere ucciso, l'imputato rinuncia all'interrogatorio davanti ai giudici

E' accusato anche del tentato omicidio del collega casertano

Giuseppe Papantuono accusato dell'omicidio di un carabiniere a Foggia

Ha deciso di rinunciare all’esame da imputato Giuseppe Papantuono, il 65enne di Cagnano Varano accusato dell’omicidio del maresciallo maggiore dei carabinieri Vincenzo Di Gennaro e del tentato omicidio del collega Pasquale Casertano (originario del Capoluogo) in un vero e proprio agguato avvenuto nell’aprile 2019 a Foggia.

Per questo motivo, il sostituto procuratore Laura Simeone ha provveduto a far acquisire, con il consenso delle parti, i verbali dei tre interrogatori già resi dell’imputato - in sede di convalida del fermo, durante l'udienza preliminare e con una precedente testimonianza volontaria - che confluiranno quindi nel fascicolo del dibattimento.

L’ultima udienza, che era stata programmata per il solo esame dell’imputato, si è risolta nel giro di un quarto d’ora. In tribunale erano presenti il difensore dell’imputato, l’avvocato Angelo Di Pumpo, e l'avvocato Giovanni Diego La Torre per l'Associazione nazionale Sottufficiali d'Italia, l'Arma generale dei carabinieri, il Ministero della Difesa e in rappresentanza delle altre parti civili. Il processo è stato rinviato al prossimo 11 dicembre quando verranno due degli ultimi tre testi a discarico della difesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento