Cronaca

Medico di 87 anni in prima linea contro il Covid: "Mai come ora c'è bisogno di curare le persone"

Casella ha avuto in cura anche pazienti positivi ed è stato contagiato. Dopo la guarigione è stato ricevuto dal sindaco

In prima linea nella lotta al Covid ad 87 anni. E' la storia di Pietro Casella, medico di base casertano, che dall'inizio della pandemia sta continuando, nonostante l'età, a curare i propri pazienti, anche quelli positivi. 

Una storia di chi interpreta il Giuramento di Ippocrate nel pieno del suo significato. Lì, nel suo studio, preferisce per prendersi cura dei propri pazienti piuttosto che godersi la pensione, tra l'altro meritata. Un'abnegazione totale alla sua missione di medico tale che anche lui è stato contagiato dal virus, facendo ammalare anche sua moglie. Oggi i due coniugi stanno bene.

Casella è stato ricevuto in Comune dal sindaco di Caserta Carlo Marino al quale ha confessato di essere anche tornato in servizio presso il suo ambulatorio: "mai come in questo momento – ha detto – c’è bisogno di curare le persone". 

"Resto senza parole davanti a tanta forza, passione e senso del dovere - ha commentato il sindaco - Grazie dottor Casella per essere passato in Comune e salutarmi con i suoi nipoti e grazie per quello che ha fatto durante tutta la sua vita e continua a fare oggi per i suoi concittadini, per la sua città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medico di 87 anni in prima linea contro il Covid: "Mai come ora c'è bisogno di curare le persone"

CasertaNews è in caricamento