rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Lusciano

Mazzette per le pensioni di invalidità, assolto titolare Caf

Il giudice ha scagionato anche il beneficiario dell'indennità

Il fatto non sussiste. E' questa la motivazione della sentenza di assoluzione pronunciata dal giudice Marro, presidente del collegio A della seconda sezione penale del tribunale di Napoli Nord, nei confronti di Michele Russo, titolare di un Caf di Lusciano, e Mario Baldascino

Si tratta di un processo nato da una costola di quello che vede imputato anche l'ex sindaco di San Marcellino Pasquale Carbone (procedimento ancora in corso) riguardante il riconoscimento di pensioni di invalidità a persone che non ne avrebbero avuto diritto. Secondo l'accusa, infatti, Baldascino avrebbe corrotto Russo con una mazzetta da 250 euro per accelerare il pagamento di compensi arretrati spettanti per il riconoscimento dell'invalidità civile. 

Un'accusa che si è sgretolata nel corso del dibattimento con il giudice che ha dato piena validità alle argomentazioni delle difese, rappresentate dagli avvocati Fabio Della Corte e Paolo De Dominicis, che hanno sollevato eccezioni riguardanti le intercettazioni che sono così finite fuori dal processo, facendo venir meno la prova dell'eventuale responsabilità degli imputati. In sede di udienza preliminare era stata prosciolta una dipendente dell'Inps, anche lei inizialmente coinvolta nell'indagine. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mazzette per le pensioni di invalidità, assolto titolare Caf

CasertaNews è in caricamento