rotate-mobile
Cronaca Santa Maria Capua Vetere / Corso Aldo Moro

Sotto processo per occupazione abusiva della casa ma ha il contratto di affitto

Il giudice assolve l'inquilino 13 anni dopo il blitz della polizia municipale

Passa per un abusivo, in realtà aveva un regolare contratto d'affitto. Finisce sotto processo e il giudice lo assolve.

E' la vicenda che vede protagonista B.A., 55enne sammaritano, assistito dall'avvocato Raffaele Mascia, denunciato per invasione di edifici. Il 55enne abitava in un edificio storico dei primi del 900 al civico 176 di Corso Aldo Moro a Santa Maria Capua Vetere con un contratto d'affitto stipulato con la proprietaria dell'immobile che ne era usufruttuaria. Per vicissitudini lavorative B.A., si allontanò dallo stabile e nel mentre lo stesso alla morte della donna, venne acquisito al patrimonio comunale.

Nel 2011 vennero fatti degli accertamenti dagli agenti del comando della polizia municipale sammaritana e si attestò la presenza del 55enne, ma non venne chiesto il titolo per il quale occupasse tale immobile. Per l'Ente sammaritano B.A., era un occupante abusivo e da lì la denuncia e le innumerevoli ordinanze di sgombero dell'edificio mai ricevute dal destinatario per via dei suoi continui viaggi di lavoro. Finito innanzi al tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Il giudice Carla Montanaro ha assolto il 55enne. Il legale di B.A., ha evidenziato che lo stesso aveva un regolare contratto d'affitto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sotto processo per occupazione abusiva della casa ma ha il contratto di affitto

CasertaNews è in caricamento