Cronaca

Prova ad ingoiare la chiave del deposito dove nasconde un arsenale da guerra: preso

Blitz dei militari in un'abitazione nell'ambito di un'indagine per alcuni furti nelle case

Le armi sequestrate dai carabinieri

Messo alle strette ha persino provato ad ingoiare la chiave del deposito dove custodiva le armi. Un vero e proprio arsenale occultato in casa tra il magazzino, un soppalco ed alcune intercapedini ricavate tra le mura ed accessibili da una botola. A nulla è valso il tentativo di un 63enne di Santa Maria Capua Vetere che è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Capua, guidata dal tenente colonnello Paolo Minutoli, per detenzione illecita di armi e munizioni comuni e da guerra e di ricettazione. 

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, nell’ambito di un'attività info-investigativa svolta a seguito di alcuni furti in abitazione commessi nel territorio di competenza, hanno eseguito una perquisizione domiciliare d’iniziativa nella città del Foro rinvenendo a casa del 63enne 4 fucili; 1 fucile mitragliatore; 3 pistole mitragliatrici; 11 pistole;
3 pistole lanciarazzi;  1 proiettile da mortaio; 20 chili di polvere pirica; 57 pugnali-baionette; 3 sciabole; 299 serbatoi; 1 silenziatore; 1 migliaia di proiettili di vario calibro; parti e ricambi di armi; strumentazione idonea alla modifica di armi e alla ricarica di munizionamento. L'intera "Santabarbara" è stata sequestrata. L'arrestato è stato condotto al carcere di Santa Maria Capua Vetere a disposizione dell'autorità giudiziaria. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prova ad ingoiare la chiave del deposito dove nasconde un arsenale da guerra: preso

CasertaNews è in caricamento