rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Teverola

Incendio negli uffici di un'azienda: si batte la pista dolosa

Acquisite le immagini delle telecamere. E' il secondo raid in 6 mesi. Il sindaco: "Sta subendo tanto, spero che le indagini della magistratura facciano chiarezza al più presto"

Secondo attentato nel giro di pochi mesi ai danni di un imprenditore di Teverola. Dopo il raid alla cappella nel cimitero, ecco un atto incendiario all’azienda in via Appia, vicino ai Regi Lagni. Indaga la polizia di Aversa che quando è giunta sul posto ha trovato gli uffici in fiamme e le vetrate completamente distrutte: sembrerebbe che sia stato utilizzato un ordigno esplosivo che ha devastato l’ufficio.

Il titolare dell’azienda, è stato già ascoltato dagli inquirenti che cercano di fare chiarezza. In fiamme computer e scrivanie, e solamente i vigili del fuoco hanno evitato il peggio intervenendo tempestivamente. Ci sarebbero anche delle immagini di videosorveglianza sequestrate dalla polizia: che le sta visionando per capire se i delinquenti siano stati ripresi dalle telecamere.

L’imprenditore è il titolare dell’impresa concessionaria del servizio di pubblica illuminazione al Comune di Teverola e, come già detto, solamente alcuni mesi fa (in piena campagna elettorale) fu vittima di un altro raid, presso la tomba al cimitero di Teverola. E’ stato aperto un fascicolo dalla Procura di Napoli Nord ma per adesso non ci sono indagati.

“Sono rammaricato e sinceramente dispiaciuto per quanto sta accadendo a questa famiglia – ha detto il sindaco Tommaso Barbato - E' un imprenditore che sta subendo tanto. Speriamo che le indagini facciano chiarezza sull’accaduto, e che la magistratura riesce quanto prima a fare luce su questa vicenda che ha scosso tutta la nostra comunità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio negli uffici di un'azienda: si batte la pista dolosa

CasertaNews è in caricamento