rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Cronaca Sessa Aurunca

Furbetti del cartellino in ospedale: i filmati dei carabinieri al centro del processo

Escusso il militare che ha redatto l'informativa contenente la descrizione degli allontanamenti

Ancora carabinieri in aula nel processo a 28 persone tra medici, infermieri e personale amministrativo, coinvolte nell'inchiesta sull'assenteismo in corsia all'ospedale di Sessa Aurunca.

Dinanzi al collegio presieduto dal giudice Loredana De Girolamo del tribunale di Santa Maria Capua Vetere è stato escusso il militare che ha materialmente redatto l'informativa sulla base della visione dei video delle telecamere piazzate nei corridoi nei pressi dei marcatori. Una sorta di prova regina, per gli inquirenti, sulla cattiva prassi del personale del San Rocco. Un'escussione lunga, durata varie ore, in cui il carabiniere ha ripercorso la propria attività d'indagine. Si torna in aula a fine mese per il prosieguo. Nel collegio difensivo sono presenti gli avvocati Angelo Raucci, Giuseppe Stellato, Angelo Librace, Camillo Irace, Gianluca Di Matteo, Carlo De Stavola, Luigi Iannettone, Luigi Imperato, Gennaro Iannotti e Dario Pepe. 

Gli imputati sono accusati a vario titolo di truffa ai danni dell'Asl. L'indagine condotta dai carabinieri di Capua aveva accertato diversi episodi di falsa attestazione in servizio presso l'ospedale San Rocco. In qualche circostanza i medici si sarebbero avvalsi della collaborazione di altri colleghi, o addirittura anche di persone esterne all'ospedale, per marcare il badge. Tra i casi più eclatanti quello di un medico che mandò il figlio a marcare il suo cartellino mentre si trovava in vacanza all'estero. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furbetti del cartellino in ospedale: i filmati dei carabinieri al centro del processo

CasertaNews è in caricamento