Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca Marcianise

Firme false per la lista elettorale, le intercettazioni entrano nel processo

Il giudice ha conferito incarico al perito per la trascrizione

Le intercettazioni entrano nel processo sulle firme false per la presentazione della lista "Orgoglio Marcianise", a sostegno del candidato sindaco Antonello Velardi (su cui c'è stata l'archiviazione), alle elezioni comunali del 2016. 

E' quanto accaduto nel corso dell'ultima udienza celebrata dinanzi al giudice monocratico Giovanni Caparco del tribunale di Santa Maria Capua Vetere in cui è stato conferito l'incarico al perito che dovrà trascrivere le intercettazioni ritenute dagli inquirenti di interesse probatorio. Si torna in aula a giugno.

Sotto processo sono finiti Raffaele Tartaglione, 70 anni di Marcianise; Assunta Foggia, 65 anni di Caserta; Lorenzo Ovalletto, 59 anni di Marcianise; Alberto Tartaglione, 53 anni di Capodrise; Pasquale Bellopede, 66 anni di Marcianise. Secondo gli inquirenti, i delegati dell’Ufficio Anagrafe Raffaele Tartaglione ed Assunta Foggia avrebbero autenticato atti ideologicamente falsi. Su 239 firme raccolte a corredo della presentazione della lista, infatti, ben 156 sarebbero risultate false. 

Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Nicola Russo, Carlo De Stavola, Carlo Madonna, Gaetano Golino e Giovanni Vairo. Le parti civili sono rappresentate dagli avvocati Mariano Omarto, Pasquale Gionti e Stefano Alessandrelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Firme false per la lista elettorale, le intercettazioni entrano nel processo
CasertaNews è in caricamento