Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Sparato in auto: la vittima attirata in trappola dal figlio del ras dei Casalesi

Raffaele Mundo aveva chiarito un 'faccia a faccia' per risolvere alcune questioni personali

(foto di repertorio)

L'appuntamento ad Orta di Atella, in via Vivaldi, per chiarire delle questioni personali; due vetture (una Mini Countryman ed una Renault Twingo), un uomo che scende armato di pistola ed esplode un colpo unico nei confronti del passeggero dell'altra vettura, ferendolo al braccio destro e, di striscio, anche all'addome per poi risalire in auto ed allontanarsi.

Sono questi i retroscena dell'indagine dei carabinieri della sezione operativa della Compagnia di Marcianise e della stazione di Orta di Atella che in 26 giorni hanno portato all'arresto di Raffaele Mundo, figlio di Salvatore Mundo, alias o' mister, ras del clan dei Casalesi, e della sorella di un collaboratore di giustizia.

Il 23enne, figlio dell'elemento di spicco del gruppo Russo della fazione Schiavone, è stato raggiunto da un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Giudice delle Indagini Preliminari Simone Farina del Tribunale di Napoli Nord per tentato omicidio premeditato, detenzione e porto abusivo di armi da sparo ai danni di un coetaneo di Orta di Atella incensurato con una sola segnalazione per detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale.

Raffaele Mundo il 21 giugno scorso aveva dato appuntamento in via Vivaldi al coetaneo atellano che si era recato all'incontro a bordo di una Renault Twingo guidata da un suo amico. Un breve cenno tra le due vetture, la sosta per 'chiarire questioni' e poi il proposito omicidiario.

Raffaele Mundo scese dalla Mini Countryman, sulla quale viaggiava armato di pistola, la punta in direzione del coetaneo posto sul sedile del passeggero ed esplode un colpo che lo attinge al braccio destro e fuoriuscendo di striscio all'addome del 23enne.

Dopo aver compiuto il gesto, il ragazzo risalì in auto per allontanarsi. Il conducente della Renault Twingo, in stato di shock, per l'accaduto trasportò immediatamente l'amico sanguinante presso il presidio ospedaliero di Frattamaggiore senza fornire alcuna giustificazione. Lì il personale sanitario, riscontrando ferite da arma da fuoco, ha allertato i carabinieri della Stazione di Orta di Atella e del Norm della Compagnia di Marcianise che avviano le indagini.

Una capillare attività investigativa conclusa in 26 giorni dai militari supportata da riscontri tecnici, perizie balistiche e medico legali nonché intercettazioni fa sì che si arrivi ad individuare in Raffaele Mundo l'autore del gesto omicidiario ai danni del coetaneo. Il figlio del Ras dei Casalesi è stato tratto in arresto nel pomeriggio di venerdì a Minturno presso una abitazione presa in locazione e condotto presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere. Lunedì mattina assistito dall'avvocato Vittorio Giaquinto, Raffaele Mundo chiarirà la sua posizione dinanzi al GIP Simone Farina del Tribunale di Napoli Nord.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparato in auto: la vittima attirata in trappola dal figlio del ras dei Casalesi

CasertaNews è in caricamento