rotate-mobile
Cronaca San Felice a Cancello

Donna travolta ed uccisa, 40enne autorizzato a tornare a lavoro

Il giudice accoglie la richiesta del legale: "La famiglia non ha altre entrate"

Nonostante sia agli arresti domiciliari potrà recarsi a lavoro. Questa la decisione del gip Rosaria Dello Stritto del tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti di Vincenzo M., 40enne di San Felice a Cancello, accusato di omicidio stradale. 

Il magistrato, accogliendo l'istanza del difensore, l'avvocato Orlando Sgambati, ha autorizzato l'uomo a lasciare i domiciliari dalle 7,30 alle 16 per recarsi a lavoro presso un'azienda di Durazzano. Alla base della decisione il fatto che il nucleo familiare, in cui ci sono due figli minorenni, è privo di entrate stabili. 

Il 40enne lo scorso agosto aveva investito ed ucciso una donna, Filomena Manna, a Cancello Scalo. Dopo l'incidente l'indagato fuggì via venendo rintracciato presso la propria abitazione. Dalle indagini emerse come da 12 anni non avesse la patente di guida in quanto gli era stata revocata. Sulla vicenda è ancora in corso il giudizio, con il processo con abbreviato in programma a fine giugno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna travolta ed uccisa, 40enne autorizzato a tornare a lavoro

CasertaNews è in caricamento