Dissequestrato un terreno alla moglie dell'imprenditore Iorio

Ricostruito l'acquisto dell'area che era precedente al matrimonio

Revoca della "confisca allargata" in favore di Filomena Pagano, moglie dell'imprenditore del calcestruzzo Tullio Iorio originario di San Cipriano d'Aversa coinvolto nella maxi inchiesta denominata 'The Untouchable' che vide alla sbarra ben 51 imprenditori ritenuti espressione economica della camorra casalese con propaggini in molte Regioni d'Italia tra cui il Lazio, l'Abruzzo e la Toscana accusati di intestazione fittizia, riciclaccio ed associazione di tipo mafioso. La maxi inchiesta portò all'arresto dei 51 colletti bianchi ed al sequestro di tutti i loro beni per un ammontare di diversi milioni di euro.

La Quinta sezione della Corte di Appello di Napoli accogliendo l'incidente di esecuzione richiesto dall'avvocato Ferdinando Letizia ha disposto il dissequestro di un appezzamento di terreno sito in località Croce di Aprano a Frignano oggetto di confisca allargata a seguito della condanna a 4 anni di reclusione per il reato di riciclaggio ed interposizione fittizia di beni nei confronti dell'imprenditore Iorio.

Nell'incidente di esecuzione la difesa ha evidenziato che il terreno é stato acquistato da Filomena Pagano in comunione indivisa con i fratelli Luigi, Stanislao e Ferdinando con regolare contratto di compravendita registrato nel novembre del 2000 in epoca antecedente alla data di celebrazione del matrimonio con Iorio nel 2004 a cui il bene veniva confiscato a seguito dei reati contestatigli. Mostrato il limite temporale dell'acquisto dei beni anteriori al vincolo matrimoniale e la non risultata intraneità di Pagano al tessuto associativo del clan dei casalesi, il terreno é rientrato nelle proprietà dell'avente diritto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le auto di lusso del "signore della cocaina" nascoste in un garage casertano

  • La Dea Bendata bacia Caserta con una quaterna da 124mila euro

  • Benzina 'truccata', la finanza sequestra distributore di carburante

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Il convento delle suore finite sotto indagine diventa proprietà del Comune

Torna su
CasertaNews è in caricamento