Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Castel Volturno

Crolla il tetto della scuola, 18enne operato: è in Rianimazione | FOTO

Il giovane è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico, è in prognosi riservata: indagano i carabinieri

Un delicato intervento per le lesioni interne riportate ed il ricovero nel Reparto di Rianimazione della Clinica Pineta Grande di Castel Volturno, in prognosi riservata. E' questo il quadro clinico del diciottenne napoletano coinvolto nel crollo del tetto dell'Istituto Comprensivo Castel Volturno Villaggio Coppola D. D. in viale delle Acacie avvenuto verso le 20 di domenica. Era in compagnia di altri due coetanei e forse per una bravata o un tentativo di furto si sono arrampicati sui tetti del plesso scolastico mediante l'ausilio di una sedia posta accanto alle scale di emergenza dell'istituto. Il solaio dell'edificio però ha ceduto in punto ovvero quello corrispondente alla palestra ed il diciottenne è stato risucchiato nel cedimento strutturale.

Un volo di otto metri ed il terribile schianto al suolo tra polvere, sangue e calcinacci. Ha cercato di rialzarsi ma le ferite e le macerie non gli hanno consentito di trovare una via di salvezza. Gli altri due diciottenni hanno assistito impotenti al 'volo' del loro amico da un'altezza di otto metri. Si sono così introdotti nell'edificio scolastico forzando una delle porte del plesso cercando di recuperare il loro compagno tra le macerie ed il sangue sparso in vari punti della stanza, senza successo.

Allertati i soccorsi il corpo del ragazzo è stato estratto dalle macerie grazie all'intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Mondragone ed affidato alle cure dei sanitari. Immediato il trasporto presso il nosocomio castellano. I carabinieri della stazione di Pinetamare coordinati dal Reparto Territoriale di Mondragone, indagano per far luce sulla vicenda. L'area interessata dal crollo è stata posta sotto sequestro. E' stato richiesto l'intervento della squadra NBCR (nucleo biologico chimico radiologico) dei vigili del fuoco di Caserta per la rilevazione di sostanze tossiche e pericolose ed prelievo delle porzioni di tetto interessate dal crollo per la campionatura ed analisi. Dai primi riscontri è emerso che si tratta di una copertura con lastre onduline di fibrocemento e lana vetro contenente tracce di eternit tipico impiego nell'edilizia degli anni '80.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crolla il tetto della scuola, 18enne operato: è in Rianimazione | FOTO

CasertaNews è in caricamento