Corvino: "Dagli abbattimenti alle ecoballe, voglio portare alla ribalta i problemi dell'agro"

L'imprenditore è candidato con Liberi e Uguali nel collegio aversano

Carlo Corvino è candidato con LeU

Carlo Corvino, 46enne di Casal di Principe, ha deciso di “metterci la faccia per cambiare il nostro territorio”: è candidato alle Camera dei Deputati con la lista ‘Liberi e Uguali’ con Pietro Grasso Presidente.

L’imprenditore operante nel settore della Sanità, sposato e papà di due bambini, sarà protagonista alle urne alle prossime elezioni Politiche del 4 marzo nel collegio uninominale Campania 2. Una decisione netta e fortemente voluta perché “purtroppo sono costretto a constatare che questo nostro territorio, in passato definito Campania Felix, è stato bistrattato a destra e a manca praticamente da tutti. Aversa e tutto l’Agro ha bisogno di rialzare la testa, di chiedere il rispetto che merita. Non possiamo permettere che questa nostra splendida terra sia calpestata e ‘violentata’. La mia decisione di scendere in campo per queste elezioni Politiche ha una motivazione che arriva anche dall’orgoglio: restare fermi, oggi, è da veri vigliacchi. E’ inaccettabile restare inermi di fronte alla ‘morte’ di un’area che invece è fertile e che può veramente essere la culla della rinascita. Penso alla mia Casal di Principe ma a tutti i Comuni che la circondano: gli abbattimenti e le ecoballe sono solamente le punte di un iceberg che vogliamo portare all’attenzione di tutta l’opinione pubblica regionale e nazionale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Carlo Corvino in passato è stato anche coordinatore del Partito democratico ma la decisione di sposare il progetto di Pietro Grasso ha una giustificazione più che valida: “Il Partito democratico non è più democratico, visto che ormai è diventato il partito di Renzi. Non a caso un anno fa, capendo l’antifona, decisi di ‘sposare’ la linea di Emiliano perché quel sindaco toscano che parlava di ‘rottamazione’ giorno dopo giorno toglieva sempre di più quella sua maschera portando fuori una figura politica che non mi poteva rappresentare. Con Liberi e Uguali ho ritrovato entusiasmo e spirito di collaborazione, quello che invece è praticamente sparito negli altri partiti dove il tutto è nelle mani di pochissime persone. Affronterò questa ‘battaglia’ sapendo bene che sarà durissima ma ho voglia di lottare per quegli ideali e per quel territorio che mi appartengono da tutta la vita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento temporale sul casertano: strade allagate. E' già caos | FOTO E VIDEO

  • Tra i rifiuti spunta una fattura: vigili urbani incastrano il "mago delle cantine" | FOTO

  • Addio Nando: una vita in musica spezzata da un atroce destino

  • Arrivano nel casertano per le vacanze ma sono positivi al coronavirus

  • Muore a 39 anni dopo il drammatico incidente mentre lavora

  • Corruzione, imprenditore casertano nell'inchiesta col consigliere regionale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento