Il sindaco-infermiere scende in campo. "Presterò assistenza ai contagiati"

Il primo cittadino: "Mi sento con le mani legate, è ora di essere in prima linea contro questo male"

Il sindaco di Teverola, Tommaso Barbato

Un grande gesto di altruismo. La splendida volontà di ritornare a fare quella che è una passione. Il sindaco di Teverola, Tommaso Barbato, nella vita lavorativa ha sempre fatto l'infermiere ed ha sempre aiutato le persone in difficoltà. Ora sarebbe in congedo per mandato sindacale, ma ha deciso di scendere in campo "dopo le tante richieste di aiuto dei miei concittadini". 

Il primo cittadino sottolinea di sentirsi "con le mani legate" e, per questo, "la mia coscienza mi ha imposto di comunicare al direttore sanitario del distretto numero 18, il dottor Luigi Caterino, la disponibilità a prestare assistenza sanitaria ai miei concittadini, in maniera gratuita, risultati positivi al Covid-19. Il tempo di sbrigare qualche adempimento burocratico e si scende in campo. In prima linea. Al fianco di chi ha bisogno. La verità, disincantata e pura, è e sarà sempre la stessa (il mio motto): “Le mani che aiutano sono più sacre delle bocche che pregano”. Forza cittadini, sono con voi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

Torna su
CasertaNews è in caricamento