rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Piazza Vanvitelli

Puzza a San Leucio, Forza Italia chiede la revoca delle autorizzazioni

Mozione della Credentino dopo l'esposto dell'associazione

“Revochiamo i permessi alla Conti3 e delocalizziamo”. E’ il senso della mozione presentata dalla consigliera comunale di Forza Italia Emilianna Credentino e sostenuta dal gruppo consiliare relativamente all’azienda di San Leucio che tanti problemi sta avendo con la cittadinanza, che denuncia una puzza nauseabonda presente in zona da quando ha aperto l’azienda (che però ha sempre risposto di essere in regola).

La Credentino ha fatto sua la battaglia dei cittadini ed ha sottolineato nella richiesta: “Secondo quanto disposto dall’ articolo 216 del Testo Unico delle Leggi Sanitarie, la termoformatura di materie plastiche rientra tra le industrie insalubri di prima classe; le stesse devono essere isolate nelle campagne e tenute lontane dalle abitazioni. A San Leucio i cittadini lamentano odori nauseabondi di plastica bruciata che superano la normale tollerabilità, insieme a rumori provenienti dallo stesso capannone. Oltre ai disagi uditivi e olfattivi, c’è timore che tali esalazioni possano nuocere alla salute in quanto tossiche. Visto anche l’esposto presentato dall’associazione ‘I Borghi del Belvedere’ chiedo al consiglio comunale di approvare la mozione per revocare i permessi all’azienda e delocalizzarla, anche perché è impensabile tenere un’azienda del genere a pochi metri dal sito del Belvedere se davvero vogliamo farlo diventare un punto di riferimento per i turisti”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Puzza a San Leucio, Forza Italia chiede la revoca delle autorizzazioni

CasertaNews è in caricamento