rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

Soldi per le autorizzazioni, assolto ex vicesindaco

Marcello era accusato di concussione per la richiesta di denaro a tre fratelli imprenditori

Avrebbe chiesto 300mila euro, di cui 107mila euro asseritamente pagati, per le autorizzazioni necessarie all'ampliamento di un albergo e per la realizzazione del centro commerciale Giolì. E' stato assolto con formula piena, perché il fatto non sussiste, Lorenzo Marcello, sindaco negli anni '80 di Castel Volturno e vicesindaco nella giunta guidata da Francesco Nuzzo

Questa la sentenza pronunciata dal collegio C della seconda sezione penale di Santa Maria Capua Vetere (presidente Riccio) che ha assolto il politico dall'accusa di concussione. Marcello era stato accusato da tre fratelli imprenditori quando, in qualità di vicesindaco, avrebbe chiesto denaro in cambio delle autorizzazioni.

Ma il dibattimento non ha dimostrato profili di responsabilità al punto che lo stesso pm Urbano ha invocato sentenza assolutoria, richiesta sostenuta con forza anche dai difensori di Marcello, gli avvocati Giuseppe Stellato e Claudio Sgambato. Il giudice ha accolto la tesi assolvendo Marcello. Uno dei tre fratelli si era costituito parte civile con l'avvocato Rocco Trombetti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soldi per le autorizzazioni, assolto ex vicesindaco

CasertaNews è in caricamento