Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca Villa Literno

L'ex prima lo accusa di maltrattamenti e poi ritratta: assolto

Il 39enne era finito in carcere accusato anche di lesioni personali ed estorsione. Adesso la Procura procederà contro la donna per falsa testimonianza

Accusato dall'ex moglie di maltrattamenti contro familiari e conviventi, lesioni personali ed estorsione: lei ritratta ed il giudice lo assolve inviando gli atti in Procura con l'accusa di falsa testimonianza. E' la rocambolesca vicenda che vede protagonista D. F., 39enne di Villa Literno, assistito dall'avvocato Marco Ucciero, finito in carcere a Santa Maria Capua Vetere lo scorso giugno poiché accusato di maltrattamenti, lesioni personali ed estorsione nei confronti dell'ex moglie, anch'ella di Villa Literno.

La donna raccontò ai carabinieri della locale stazione di subire minacce, ingiurie, offese, aggressioni fisiche nonché continue richieste di denaro per l'acquisto di sostanze stupefacenti da parte dell'ex marito alla presenza dei figli minori e durante il periodo in cui il 39enne era stato ammesso alla misura alternativa della detenzione domiciliare. Tratto in arresto e rinchiuso nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, l'uomo si è presentato dinanzi alla Seconda Sezione in composizione collegiale, presieduta dal giudice Lucia Ferraro del tribunale di Napoli Nord, a seguito di richiesta di giudizio immediato.

In sede di udienza la donna ha  ritrattato la sua versione dei fatti. Il Sostituto Procuratore Valentina Soriano ha richiesto l'assoluzione dell'imputato, disponendo il rinvio degli atti in Procura per la presunta vittima formulando un'accusa per falsa testimonianza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex prima lo accusa di maltrattamenti e poi ritratta: assolto
CasertaNews è in caricamento