menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100531061606_RaffaeleBrillante

20100531061606_RaffaeleBrillante

Usura ed estorsione, pregiudicato arrestato dai Carabinieri

Piedimonte Matese - Un indagine coordinata dalla Compagnia Carabinieri di Piedimonte Matese e condotta dai militari della locale Stazione ha portato all'arresto di Raffaele Brillante, 56enne di Gioia Sannitica, perché resosi responsabile dei reati...

Un indagine coordinata dalla Compagnia Carabinieri di Piedimonte Matese e condotta dai militari della locale Stazione ha portato all'arresto di Raffaele Brillante, 56enne di Gioia Sannitica, perché resosi responsabile dei reati di usura ed estorsione. Alcuni mesi fa i militari avevano accertato che il Brillante, approfittando dello stato di bisogno, dovuto a gravi difficoltà economiche in cui versava un pensionato di Piedimonte Matese, un 62enne, ex Ufficiale dell'Aereonautica e anche avvocato, si faceva dare in corrispettivo del prestito di una somma di denaro di 2.000,00 euro, una somma pari a 4.200,00 euro e successivamente in corrispettivo di un'altra somma di denaro di 2.000,00 euro, una somma pari a 3.600,00 euro e costringendo inoltre la vittima a promettere il pagamento di dodici rate mensili da 200,00 euro, applicando così tassi usurai. Inoltre il Brillante aveva in più occasioni minacciato la vittima di gravi ritorsioni in caso di mancato adempimento delle obbligazioni usuraie e addirittura in una circostanza all'interno di un esercizio pubblico nel centro di Piedimonte Matese, lo aveva aggredito provocandogli lesioni giudicate guaribili con sette giorni di prognosi. Le risultanze di una complessa ed articolata attività investigativa, sono state racchiuse dai Carabinieri in una dettagliata informativa inviata alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere che ha emesso un ordine di custodia cautelare in carcere nei confronti dell'usuraio estorsore. Il mandato di cattura è stato eseguito dai Carabinieri con un blitz effettuato nel centro della cittadina pedemontana dove il Brillante è stato rintracciato, a suo carico risultano già altri precedenti per reati di estorsione, usura, esplosioni di arma da fuoco in luogo pubblico e reati contro l'ambiente. L'uomo è stato così trasferito presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento