rotate-mobile
Cronaca Marcianise

Camorra & usura, l'imprenditore Siciliano arrestato coi Buonanno

Due indagati accusati di aver elargito prestiti con tassi fino al 130%

Prestiti con tassi usurai e minacce alla vittima che non riusciva a saldare. Sono stati arrestati questa mattina Gennaro Buonanno, 73 anni, e Giovanni Buonanno, 41 anni, entrambi di Marcianise. Con loro è finito in manette anche l’imprenditore Paolo Siciliano, 58 anni, titolare di vari supermercati in provincia di Caserta, accusato di aver incassato gli assegni provento di usura per conto dei Buonanno. Indagate a piede libero altre tre persone.

Il blitz è scattato questa mattina: gli uomini della Guardia di Finanza hanno notificato la misura cautelare emessa dal tribunale di Napoli disponendo anche un sequestro preventivo. Secondo le ricostruzione della Procura un imprenditore sarebbe finto nelle mani dei Buonanno che gli avrebbero prestato soldi in cambio di tassi che arrivavano fino al 130% l’anno.

In un’occasione, tra novembre e dicembre del 2015, la vittima fu costretta a salire in un’automobile e minacciata di morte per farsi consegnare i soldi del prestito, oltre che un “regalo” di 2mila euro per il clan Belforte in occasione delle festività natalizie. Fatto che non si è materializzato per l’opposizione dell’imprenditore. Le minacce sono imputate a Giovanni e Gennaro Buonanno.

Siciliano, a cui è contestato l'articolo 416 bis, avrebbe anche minacciato la vittima prima che la stessa venisse ascoltata dalla Guardia di Finanza, affinché testimoniasse il fatto sulla consegna degli assegni incassati dall’imprenditore. Soldi per circa 85mila euro che, secondo la prospettazione degli inquirenti, sarebbero poi stati utilizzati per le attività del “Gruppo Siciliano”.

Nelle prossime ore saranno fissati gli interrogatori per i 3 raggiunti dall'ordinanza cautelare e che sono difesi dagli avvocati Giuseppe Foglia, Massimo Trigari e Giuseppe Stellato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camorra & usura, l'imprenditore Siciliano arrestato coi Buonanno

CasertaNews è in caricamento