Cronaca

Aggredi' e derubo' una 75enne: arrestato pregudicato

Alife - Nell'ambito di una attività investigativa predisposta dalla Compagnia Carabinieri di Piedimonte Matese, finalizzata a contrastare il fenomeno delle rapine in abitazione ai danni di persone anziane, che ha visto purtroppo il verificarsi di...

122716_Gaetano_De_Simone

Nell'ambito di una attività investigativa predisposta dalla Compagnia Carabinieri di Piedimonte Matese, finalizzata a contrastare il fenomeno delle rapine in abitazione ai danni di persone anziane, che ha visto purtroppo il verificarsi di qualche episodio anche nei territori del matesino, i militari della Stazione di Alife, hanno arrestato nella mattinata odierna un pregiudicato ritenuto responsabile di rapina aggravata e sequestro di persona. L'operazione di questa mattina, segue alcune analoghe attività che portarono all'inizio di gennaio di quest'anno all'arresto di due pregiudicati responsabili di una rapina in abitazione ai danni di una 80enne, a cui seguì l'arresto di una banda di quattro rumeni il successivo mese di marzo, e poi altri arresti e denunce eseguiti successivamente tra Piedimonte, Alife, Alvignano, Dragoni, Prata, Capriati, San Potito e Gioia Sannitica. L'arresto di oggi, riguarda una rapina ai danni di F.M., 75enne di Alife, che a metà dello scorso mese di gennaio, fu aggredita all'interno della sua abitazione da uno sconosciuto, che dopo averla colpita alla testa la minacciò di morte se non gli avesse consegnato i gioielli che aveva in casa. Arraffato il bottino, il malvivente rinchiuse l'anziana donna all'interno dell'abitazione e si diede alla fuga. La vittima riportò una ferita alla testa e fu ricoverata presso l'Ospedale di Piedimonte Matese. Scattarono quindi le indagini dei militari della Stazione di Alife, supportate anche da attività tecniche, che oggi hanno avuto il loro epilogo con l'arresto su ordine di custodia cautelare in carcere del responsabile, Gaetano De Simone, 33enne di San Nicola La Strada, già con numerosi precedenti di reato a carico, il quale dopo le formalità di rito è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere. Le indagini continuano per accertare se il De Simone sia coinvolto anche in altre vicende analoghe verificatesi nei territori dell'alto casertano e sulla eventuale presenza di qualche complice. Quest'ultima operazione dimostra ancora una volta la massima attenzione che i Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese stanno dedicando ad uno di quei fenomeni che creano indubbiamente maggior allarme sociale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredi' e derubo' una 75enne: arrestato pregudicato

CasertaNews è in caricamento