rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Servire non servirsi

Servire non servirsi

A cura di Giuseppe Simeone

"Codice di Camaldoli", 80 anni dopo un'edizione digitale

Polity Design di Caserta recupera il "non manifesto politico" della Democrazia Cristiana

Nel luglio di ottant’anni fa una trentina di intellettuali di ispirazione cattolica si riunirono nell’Eremo di Camaldoli in Toscana, nella Diocesi di Arezzo, per formulare una magna carta sul futuro del nostro Paese e la visione che avevano dell’Italia. Dal 18 al 24 luglio del 1943 misero insieme una settantina di pagine che si dimostrarono poi la precarta su cui lavorarono i costituenti e il "non manifesto politico", cioè il manifesto politico non dichiarato, della futura "Democrazia Cristiana".

Venerdì 21 luglio il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, insieme con il Presidente della Cei monsignor Matteo Zuppi, è stato a Camaldoli per ricordare questo grande sforzo intellettuale clandestino del mondo cattolico, in piena Seconda Guerra Mondiale – in un incontro di studio organizzato dalla Conferenza Episcopale Italiana fino al 23 luglio - che molto ha inciso nella storia della Repubblica, orientandone i principali cambiamenti sociali a favore della comunità nazionale.

Polity Design, Scuola di Classe dirigente basata a Caserta, di ispirazione cattolica, ne pubblica di nuovo il testo – ormai inesistente on line, conservato soprattutto in polverose edizioni da biblioteca - in versione digitale libera, per favorirne la conoscenza in tutto il Paese e oltre. "Polity Design è la scuola di classe dirigente di Caserta di ispirazione cattolica – spiega il direttore, il giornalista Luigi Ferraiuolo – e avendo constatato per caso che non esistevano adeguate versioni digitali del “Codice di Camaldoli”, abbiamo preso spunto dal convegno di studi promosso dalla Conferenza Episcopale per l’anniversario, per lanciare una campagna di divulgazione di questo testo fondamentale per la crescita civile e socio economica del nostro Paese all’indomani della fine della Seconda Guerra Mondiale e della nascita della Repubblica". La versione digitale aperta a tutti del "Codice di Camaldoli" è stata diffusa in versione pdf e in modalità link sulle pagine facebook e instagram di "Polity Design" e tramite messaggerie social.

"Polity Design" è la Scuola di Classe Dirigente con sede a Caserta, nella Biblioteca del Seminario della Diocesi di Caserta. È d’ispirazione cattolica, rappresenta l’evoluzione delle vecchie Scuole di Politica Diocesane, opera da quattro anni, ed è gratuita, con una piccola quota d’iscrizione simbolica. I corsi sono a numero chiuso, per giovani fino a quarant’anni. Il Direttore è Luigi Ferraiuolo, coadiuvato da un Collegio di Direzione composto da Monica Ippolito, Valentina D’Andria, Gianmarco Carozza, Sergio Carozza, Biagio Narciso, Gianni Maggio, Stefania Lanni e don Gianmichele Marotta. Da Polity Design sono nati lo spin off letterario Polity Book e il Movimento culturale indipendente "Il Verde e il Blu".

Il_Codice_di_Camaldoli_digital_edition_2023 (1)

Si parla di

"Codice di Camaldoli", 80 anni dopo un'edizione digitale

CasertaNews è in caricamento