rotate-mobile
Attualità

L'Anpi inaugura la nuova sede atellana

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CasertaNews

Sabato 12 novembre, alle ore 10:30, verrà inaugurata la sede della Sezione Anpi del Comune di Orta di Atella.

La sezione porterà il nome di Lidia Menapace: militante, partigiana e femminista. All’inaugurazione saranno presenti il presidente provinciale ANPI Agostino Morgillo, il Responsabile nazionale per il Sud dell’ANPI, Vincenzo Calò e una delegazione del collettivo di Città Visibile. Saranno, inoltre, presenti i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, le scuole, le parrocchie e tutte le associazioni che operano e animano Orta di Atella di tante attività di volontariato.

L’Anpi è un’asociazione aperta a tutti i democratici e le democratiche e a tutti gli antifascisti e le antifasciste; è in prima linea nel coltivare la memoria e ricordare i valori e gli ideali della Resistenza. E’ stato anche grazie alle battaglie e ai sacrifici di tanti partigiani che è stato possibile sconfiggere la dittatura nazifascista e riportare la democrazia nel Paese. L’Anpi, inoltre, si propone di essere un punto di riferimento per alimentare la discussione attorno ai valori della Costituzione, che rappresentano il frutto più alto della lotta partigiana. Un presidio di democrazia, un luogo di memoria ma anche di costruzione del futuro.

"L’apertura di una sede Anpi a Orta di Atella (Medaglia d’argento al valor civile per essere stata oggetto della feroce e cieca rappresaglia delle truppe tedesche che trucidarono ventiquattro suoi cittadini e distrussero a colpi di cannone e incendiarono numerose abitazioni e per aver saputo resistere alle più dure sofferenze, offrendo un ammirevole esempio di coraggio e amor patrio) contribuisce, inoltre, a rendere giustizia e memoria a tutti coloro che hanno donato la propria vita per i diritti e le libertà di cui oggi godiamo" si legge in una nota. "Non si tratta solo di nostalgiche rievocazioni: la memoria storica deve essere sempre momento di perenne riflessione su quanto preziose siano state e continuano ad essere le conquiste di libertà nate proprio con la Resistenza, dalle quali è nata la nostra stessa Costituzione, ispiratrice di tutti quei valori di civiltà e progresso che soli possono assicurare futuro e dignità di un Paese. Il ruolo di una associazione come l’ANPI è quindi sempre attuale: vigile sentinella di democrazia, libertà e rispetto dei valori costituzionali; strumento di azione pedagogica e di orientamento, specie per le nuove generazioni, sin troppo disorientate e distratte dalla dimensione dell’effimero e del totale disimpegno nei confronti di ogni istanza sociale, civile e politica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Anpi inaugura la nuova sede atellana

CasertaNews è in caricamento