Gli studenti dello 'Jommelli' a lezione dai carabinieri

Il maggiore Terry Catalano protagonista dell'evento di orientamento

Il maggiore Terry Catalano al liceo Jommelli

Si è tenuto oggi, presso l’aula magna del Liceo ‘Niccolò Jommelli’ di Aversa, l’incontro con l’arma dei Carabinieri. E’ stato il maggiore Terry Catalano a spiegare agli alunni delle classi quinte dei diversi indirizzi di studio dell’Istituto (scienze umane, linguistico, scientifico) la tipologia di reclutamento e le caratteristiche della professione. L’incontro, che rientra nel programma di formazione della cultura della legalità e dell’orientamento in uscita è stato organizzato dalle funzioni strumentali Angela Cuomo e Maddalena Russo.

“L’incontro di oggi – spiegano le docenti – ha visto la partecipazione di molti studenti che, con grande interesse e coinvolgimento, hanno ascoltato le spiegazioni dettagliate del maggiore Catalano. In questa direzione sono già state svolte diverse attività: i ragazzi sono stati in visita all’aeronautica militare di Pozzuoli, abbiamo accolto la direttrice della casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere Elisabetta Palmieri per la polizia penitenziaria ed è in programma anche un incontro con la guardia di finanza. Ringraziamo tutti per la grande diponibilità e professionalità dimostrata in questi incontri”. Dai questionari somministrati agli alunni circa i percorsi (non solo universitari) da intraprendere una volta concluso il percorso liceale è emersa una decisa propensione per la vita militare: da qui l’organizzazione delle attività. “L’orientamento – conclude la dirigente scolastica Rosa Celardo - è un processo evolutivo, continuo e graduale. Affinché il soggetto arrivi a definire progressivamente il proprio progetto futuro di vita, la scelta deve rappresentare un’integrazione il più possibile fra il vissuto individuale e la realtà sociale. L’orientamento è, insomma, un’attività interdisciplinare e, in quanto tale, un vero e proprio processo formativo che la scuola deve definire con forza, teso ad indirizzare l’alunno alla conoscenza di sé e del mondo circostante”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Prima uscita pubblica dei renziani: ecco chi ci sarà a Caserta

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

Torna su
CasertaNews è in caricamento