Camion, trattori ed autobus in calo nel 2020 ma Caserta è in controtendenza

In Campania da gennaio a settembre 2020 le immatricolazioni sono calate del 19%

Da gennaio a settembre 2020 in Campania le immatricolazioni di veicoli pesanti per il trasporto di merci e persone sono calate del 19% rispetto allo stesso periodo del 2019. In particolare le immatricolazioni di autobus sono diminuite dell’8%, quelle di autocarri per il trasporto merci del 15,5%, quelle di autoveicoli speciali del 22,7% e quelle di trattori stradali o motrici del 29,3%. Questi dati derivano da un’elaborazione del Centro Studi Continental su dati Aci. Pesa su questi dati il blocco delle attività produttive e di trasporto nei mesi del lockdown a causa dell’emergenza Coronavirus.

immatricolazioni camion autobus 2020

L’elaborazione del Centro Studi Continental fornisce anche i dati a livello provinciale. In generale, le immatricolazioni di veicoli pesanti per il trasporto di merci e persone sono calate in tutte le province campane ad eccezione di Avellino (+5%) e Caserta (+2,9%). A Benevento il calo è stato del 10,7%, a Salerno del 22,6% e a Napoli del 25,1%. Nel comparto delle immatricolazioni di autobus spiccano i dati positivi di Benevento (+133,3%) e Caserta (+66,7%), che sono però accompagnati da una diminuzione del 37,5% ad Avellino, del 12,4% a Napoli e dell’1,5% a Salerno. Nel comparto degli autocarri le immatricolazioni sono positive ad Avellino (+20,6%). Sono tutti in calo, invece, i dati relativi alle immatricolazioni di autoveicoli speciali; si va dal -13,7% di Caserta, al -20,2% di Napoli, al -25,4% di Salerno per arrivare al -30,5% di Avellino e al -44,4% di Benevento. Nel comparto dei trattori stradali, infine, dati positivi sulle immatricolazioni nei primi nove mesi del 2020 sono stati registrati a Caserta (+38,3%).

Da gennaio a settembre 2020 in Italia le immatricolazioni di veicoli pesanti per il trasporto di merci e persone sono calate del 23,1% rispetto allo stesso periodo del 2019. In particolare le immatricolazioni di autobus sono diminuite del 23,7%, quelle di autocarri per il trasporto merci del 24,5%, quelle di autoveicoli speciali del 12,8% e quelle di trattori stradali o motrici del 27,4%. La regione in cui le immatricolazioni di veicoli pesanti per il trasporto di merci e persone sono calate di più è il Friuli Venezia Giulia (-35,2%), con Lombardia (-30,1%) e Toscana (-29,7%) alle spalle. Invece le regioni che hanno fatto registrare le performance meno negative sono Piemonte (-16,7%), Calabria (-12,4%) e Sicilia (-11,8%).

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Caserta usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Pasticcio zona rossa in Campania, oggi arriva la nuova classificazione

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

Torna su
CasertaNews è in caricamento