Oma Sud, il caso arriva al Ministero

Interpellanza parlamentare di Sinistra Italiana - Liberi e Uguali a Di Maio

La protesta degli operai all'Oma Sud

Nei giorni scorsi, Sinistra italiana-Liberi e Uguali ha presentato un'interpellanza parlamentare, primi firmatari Nicola Fratoianni e Federico Conte, sulla delicata vicenda dell'Oma Sud di Capua, società a capitale interamente privato fondata nel 1988 con l'obiettivo di produrre componenti per aeromobili che occupa circa cento dipendenti.

Oma Sud, che nel corso degli anni ha ricevuto diversi contributi statali, vive da tempo una grave crisi industriale e di liquidità e la sua dirigenza sostiene che lo stato di difficoltà ha origine in crediti che vanterebbe dal Ministero dello sviluppo economico. Ad oggi,sono stati utilizzati tutti gli strumenti previsti dalla cassa integrazione ordinaria e straordinaria. L'ultima cassa integrazione è stata concessa il 22 giugno 2018 ed è terminata l'8 dicembre 2018; all'inizio del mese di gennaio 2019 l'azienda, senza più ammortizzatori di sostegno al reddito, ha collocato tutti i dipendenti in ferie e permessi fino al 31 gennaio 2019, interrompendo ogni forma di attività.

Per questo i due parlamentari hanno presentato un'interpellanza al Ministro Di Maio chiedendo “quali iniziative di competenza intenda adottare al fine di promuovere soluzioni industriali in grado di scongiurare la perdita di competenze e capacità per il settore e una crisi occupazionale rilevante per un territorio già segnato da una profonda crisi industriale negli ultimi anni". 

Potrebbe interessarti

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Frutta e verdura: non tutte fanno dimagrire! Ecco quali scegliere per perdere peso velocemente

  • Selfie e palleggi con i tifosi, Mertens show sulla spiaggia di Castel Volturno

I più letti della settimana

  • TERREMOTO Trema la terra, terza scossa in poche ore

  • I Casalesi si ricompattano, il pentito: "Il clan non è finito"

  • TERREMOTO Lieve scossa nel casertano

  • ADDIO GIANCARLO Fissati i funerali del tabaccaio casertano

  • "Preghiamo insieme per Giovanni ed Ilenia", gli amici si ritrovano in ospedale

  • Un generale dei carabinieri nel Comune guidato dal commissario

Torna su
CasertaNews è in caricamento