rotate-mobile

Paganese-Casertana, il ministro parla alla Camera dopo gli scontri | VIDEO

“Sono in corso approfondimenti ulteriori sui criteri alla base delle decisioni relative allo svolgimento degli incontri ritenuti più sensibili anche nelle serie minori. Proprio oggi, l’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive esaminerà la condotta che le tifoserie della Paganese e della Casertana hanno tenuto in occasione della gara in argomento, al fine di valutarne la pericolosità, sotto il profilo della tutela dell’ordine pubblico, in vista dei prossimi incontri delle due società sportive, con il possibile coinvolgimento del Comitato di Analisi per la Sicurezza delle Manifestazioni Sportive, per l’eventuale applicazione di misure di rigore anche a carico delle due squadre’". Lo ha detto il ministro dell'Interno Matteo Piantedosi rispondendo al question time presentato dal deputato di Caserta Gianpiero Zinzi sulle misure che adotterà dopo gli scontri di Pagani.

''L’Osservatorio nazionale per le manifestazioni sportive aveva classificato l’incontro di calcio tra Paganese e Casertana con un livello elevato di rischio e con un insieme di prescrizioni di natura organizzativa a carattere preventivo che erano state ritenute adeguate secondo i criteri di valutazione sinora adottati'', ha spiegato. ''Verso le 15, con la scorta di personale delle forze di Polizia, uno dei due pullman della tifoseria ospite, mentre si stava immettendo nella strada che conduce al settore ospiti del locale impianto sportivo, è stato oggetto di un improvviso assalto da parte di circa 70 ultras della Paganese, arrivati all’improvviso da una via attigua quasi tutti a volto coperto'', ha riferito il ministro ripercorrendo i fatti.

''L’attacco dei tifosi della Paganese è stato favorito anche dalla partecipazione di persone residenti nei palazzi circostanti che hanno concorso al lancio di oggetti contundenti dai balconi - ha spiegato Piantedosi - Il tempestivo intervento delle Forze di Polizia che erano di scorta al pullman ha impedito il verificarsi di ulteriori incidenti''.

''Le immediate indagini'' delle forze di polizia e ''supportate dalla visione dei filmati registrati da sistemi di video sorveglianza, hanno consentito la identificazione e l’arresto differito'', eseguito la sera del 23 gennaio, ''di sette supporter della Paganese, di cui cinque già sottoposti a Daspo e di due sostenitori della Casertana, tutti ritenuti responsabili in concorso dei reati di lancio di materiali pericolosi e possesso di artifizi pirotecnici in occasione di manifestazioni sportive''. Inoltre, ha aggiunto il ministro dell'Interno, ''gli ultras della Paganese sono stati anche denunciati all’autorità giudiziaria anche per i reati di rissa aggravata, danneggiamento seguito da incendio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, interruzione di pubblico servizio oltre che devastazione e saccheggio e attentato alla sicurezza dei trasporti. Le indagini risultano tuttora in corso per l’identificazione di altri sostenitori delle opposte tifoserie responsabili di condotte criminose''.

Copyright 2023 Citynews

Sullo stesso argomento

Video popolari

Paganese-Casertana, il ministro parla alla Camera dopo gli scontri | VIDEO

CasertaNews è in caricamento