Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Sommersi dal nubifragio, blitz di Zinzi tra i residenti del Litorale | VIDEO

 

L'emergenza maltempo ha lasciato dietro di sé fiumi non solo d'acqua ma anche di amarezza. La delusione dei residenti della frazione Casamare di Sessa Aurunca non é stata silente. Letteralmente sommersi nelle loro abitazioni a causa dell'esondazione del Rio Travata ora cercano risposte. "Ben poco è stato l'interesse delle istituzioni locali e consortili  - afferma Alberto Verrengia, consigliere di opposizione a Sessa Aurunca - Abbiamo cercato di portare questa problematica ad un livello regionale per capire come dare una mano a questi cittadini e Gianpiero é stata la scelta più giusta". Il consigliere regionale Gianpiero Zinzi, presidente della commissione ecomafie della Regione Campania, non é stato sordo al bisogno di risposte degli sventurati cittadini. "Sono venuto ad ascoltare ciò che avevano da dirci i residenti del posto che hanno vissuto ore drammatiche - afferma il consigliere Zinzi - é chiaro che il problema risiede nella pulizia dei canali. Adesso accerteremo le competenze". La responsabilità della manutenzione dei canali ha giocato un ruolo fondamentale e scomodo nell'individuazione del soggetto competente. "Dalle prime informazioni raccolte la competenza é della Regione Campania e del Genio Civile - ammette Zinzi- Se sarà di altri enti come il Corsorzio lo andremo a verificare. È chiaro che l' obiettivo è che quanto accaduto nei giorni scorsi non si verifichi più e per farlo é importante che i canali restino puliti e che ci sia una manutenzione ordinaria costante". La scarsa o assente manutenzione straordinaria dei canali deriva da esigue risorse messe a disposizione.  Circa 500.000 euro per tutta la Regione Campania. Eppure basterebbe una minima somma di circa 5000 euro per assicurarsi la manutenzione ordinaria dei canali delle località di Casamare o San Castrese. Cifra irrisoria rispetto ai danni subiti dai cittadini. Interpellanza regionale sui motivi che sono alla base della mancata manutenzione questo é uno degli obiettivi del consigliere regionale Zinzi: "Questa é la proposta che formulerò in consiglio regionale e questa é la battaglia che ritengo sia prioritaria per questo territorio. Ritengo che coinvolgendo gli altri consiglieri regionali porterò in consiglio un' istanza che la giunta ritengo dovrà accogliere".   Fare chiarezza su lati oscuri dei piani di emergenza mal attuati o inattivi é un risultato che intende perseguire Zinzi: "Io credo che si debba evitare di finire in emergenza in continuazione e si debba pianificare la cura del territorio. Molte volte non avviene e quando la Regione Campania é competente é giusto che chi fa opposizione solleciti con forza e provi ad arrivare alla risoluzione dell'emergenza". La rassicurazione ha ceduto il passo alla delusione dei cittadini 'inascoltati'. Un plauso al consigliere regionale Zinzi é stato mosso non solo dai consiglieri di opposizione sessani (Verrengia, Truglio e Tommasino) ma anche dai 'colleghi' di comuni limitrofi come il consigliere di Falciano del Massico Geppino De Santis ed il consigliere di Cellole Guido Di Leone. Un solo fronte comune animava i presenti: non esser più 'sommersi' dall'indifferenza.

Copyright 2019 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
CasertaNews è in caricamento