rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022

L’assalto alla terza dose manda nel caos l’Asl: centri vaccinali ingolfati | VIDEO

A Caserta in rivolta i residenti di via Laviano. File lunghissime anche a Marcianise ed Aversa. A Maddaloni vaccini senza prenotazione solo nel pomeriggio

“Mi spiega lei se questa è vita? Sequestrata in auto per tornare a casa. Ed è così da almeno due settimane, forse qualcosa in più”. E’ lo sfogo, uno dei tanti, di una donna bloccata nel traffico tra via Ruggiero e via Laviano a Caserta, incolonnata con l’auto nel lungo serpentone che arriva fino alla Casema Garibaldi, l’hub più grande della provincia di Caserta dove si somministrano le dosi di vaccino anti Covid. Da ormai metà novembre, da quando in tutta la Campania è stata aperta la possibilità di sottoporsi alla terza dose (Pfizer o Moderna) in questa zona di Caserta la situazione è diventata insostenibile. Tant’è che l’Asl di Caserta è provata a correre ai ripari: prima diminuendo la possibilità di entrare senza prenotazione; poi, da oggi, togliendola completamente. “Vaccini solo ai prenotati e convocati” annunciano i militari controllando le auto incolonnate. E chi prova a fare il furbo, imbucandosi in qualche auto, viene rimandato indietro.

Ma, a quanto pare, non basta. Perché i problemi, come Casertanews vi ha raccontato, non mancano. Perché, ad esempio, c’è chi arriva nella caserma (perché prenotato) ma discute perché gli viene ‘offerta’ la dose di Moderna e non di Pfizer. Ed allora iniziano discussioni lunghe coi medici ed infermieri che, naturalmente, rallentano tutta l’organizzazione. Solo oggi, ad esempio, erano prenotate 3mila persone. A cui si aggiungono coloro che si sono recati perché “impossibilitati in precedenza”. Come ad esempio ci segnala un lettore: “Chi non è prenotato è anche chi aveva prenotazione per terza dose ma ha dovuto posticipare per altri motivi o perché ha appena fatto influenzale. Ed il messaggio di convocazione precisava che ci si poteva recare senza prenotare in quanto già prenotati”.

Poi ci sono altri problemi. Come quelli comunicativi, ad esempio. Perché basta andare sul sito dell’Asl di Caserta e si trova ancora l’annuncio che alla caserma Garibaldi è possibile recarsi senza prenotazione (solo in parte modificato dopo diverse segnalazioni). Ed ecco che allora si crea il “corto-circuito” come ammette candidamente un’altra persona che oggi era in fila. “Sul sito dell’Asl era scritto che nel pomeriggio la vaccinazione era libera senza prenotazioni. Se è cambiata l’indicazione, perché non lo chiariscono anche lì?”. E diventa difficile dargli torto.

asl vaccini-2

Ma i problemi, in realtà, non li sta vivendo solo l’hub di Caserta. File interminabili ci sono state segnalate oggi anche a Marcianise ed Aversa, mentre a Maddaloni martedì e giovedì, presso il centro vaccinale della caserma Magrone, sarà garantita la vaccinazione dalle 8,30 alle 14 solo ai prenotati; l’accesso ai non prenotati, invece, sarà posticipato dalle 14 alle 18. Per mercoledì 8 dicembre, invece, l’accesso sarò garantito esclusivamente ai prenotati dalle 8,30 alle 14.

Copyright 2021 Citynews

Sullo stesso argomento

Video popolari

L’assalto alla terza dose manda nel caos l’Asl: centri vaccinali ingolfati | VIDEO

CasertaNews è in caricamento