rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022

Il Covid avanza, è corsa al vaccino tra lunghe file e cittadini ‘sballottati’ | VIDEO

I contagi da Covid-19 aumentano ed i cittadini corrono a fare la terza dose. Da questa mattina c’è stato un aumento tangibile delle persone che si sono recate negli hub vaccinali della provincia di Caserta per sottoporsi al booster di vaccino anti Covid per cercare di evitare il contagio, visto che ormai i casi stanno raggiungendo numero molti alti (in provincia di Caserta è stata superata la soglia dei 6mila positivi attuali). Negli hub dove non c’è bisogno di prenotazione, le file sono state abbastanza lunghe (come a Francolise, in video) e non sono mancate le problematiche dettate, ancora, da una comunicazione non perfetta da parte dell’Asl di Caserta, visto che sul sito, oltre gli orari di apertura, non è indicato se siano aperti solo su prenotazione o anche per chi vuole, liberamente, sottoporsi al vaccino. Così accadono episodi di cittadini “sballottati” da un centro all’altro senza riuscire a sottoposti alla terza dose. E’ il caso di Edgardo Ursomando, ex consigliere comunale di Caserta. “Oggi mi sono recato alla Caserma Garibaldi per fare la terza dose, perché per motivi più che seri non ho potuto farlo quando sono stato convocato. Prima avevo provato a riprenotarmi attraverso il sito dell’Asl inutilmente. Al check point della Garibaldi, il militare mi ha detto che non potevo entrare e che mi sarei dovuto recare all'ospedale di Marcianise o al Medì di Teverola. Prendo l’auto e vado al nosocomio di Marcianise, dove c'era una fila di appena 20 persone. Ma anche qui la storia si ripete. Senza prenotazione non potevo fare il vaccino. Dovevo andare a Teverola. Allora la domanda che mi sono posto è questa: ma siamo o meno in emergenza? Perché se stiamo in emergenza, non si può rischiare di non far vaccinare persone che si presentano…”.

Copyright 2021 Citynews

Sullo stesso argomento

Video popolari

Il Covid avanza, è corsa al vaccino tra lunghe file e cittadini ‘sballottati’ | VIDEO

CasertaNews è in caricamento