Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lungomare blindato per Salvini che rilancia: "Voglio essere il promotore turistico di Mondragone" | VIDEO

 

"Voglio essere il promotore turistico di questi territori". E' quanto ha affermato Matteo Salvini nel corso della sua seconda visita in una settimana a Mondragone. Questa mattina il leader della Lega è tornato sul litorale domizio dove lunedì gli era stato impedito di tenere il comizio per una dura contestazione nei suoi confronti. Stavolta l'arrivo in città è stato tenuto segreto fino a poche ore prima, proprio per evitare che si potesse organizzare un'altra manifestazione. Salvini ha affrontato tutti i temi caldi: dalla 'zona rossa' dei Palazzi Cirio alla convivenza tra italiani e bulgari. "Oggi incontro agricoltori, allevatori, commercianti, balneari e albergatori, ma anche con mamme di figli disabili senza necessaria assistenza, soccorritori del 118 che lavorano per 3 euro l'ora, italiani e stranieri regolari e perbene che non ne possono più dei Rom che fanno casino: Mondragone è questo, vuole essere conosciuta per la mozzarella di bufala e per gli altri prodotti della sua terra, per l'incantevole bellezza del suo mare e dei suoi luoghi, per il coraggio della sua gente" ha scritto poi su Facebook.

Copyright 2020 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
CasertaNews è in caricamento