Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sconfitta della Polonia vissuta coi tifosi 'casertani' | VIDEO

 

"Nic sie nie stalo, Polacy". Non preoccuparti Polonia non fa nulla. Così cantavano (sul motivetto di Guantanamera) i tifosi della nazionale biancorossa, da Kazan a Caserta, dopo la disfatta di Lewandowski e compagni contro la Colombia. Perché il dispiacere per l'uscita della propria nazionale annulla le distanze.

Eppure le speranze c'erano, come sempre, al punto da riunirsi per trascorrere la serata tutti insieme e vedere la partita. La location scelta è la casa di Giovanna, una simpatica ed ospitale donna. Come riconoscerla? "C'è la bandiera della Polonia al balcone, è l'unica nel quartiere". Effettivamente è vero. Da sottolineare anche la risposta del dirimpettaio che ha esposto quella dell'Italia.

L'accoglienza è delle migliori: birra e salsicce. Le "kabanosy", salsiccette di cavallo come snack. La partita prosegue, tra i patemi degli attacchi colombiani. Il primo tempo si conclude 1-0. "Speriamo che si riprendono, sta andando male", dice Mario, chef in una tavola calda. Si mangia per stemperare la tensione. Pancetta alla griglia con senape e kielbasa. Arriva anche il marito di Giovanna per il secondo tempo, magari porta bene. Ha finito il turno da Coscia. Renata, invece, non riesce a venire. Per il resto è confermata la torcida iniziale con Giovanna, Cristopher, Margherita, Asia, Kasia, il piccolo ed il grande Mario. Si ricomincia nella tensione generale, con la consapevolezza che se si perde si va a casa, con i misuratori di pressione sul tavolo. La Polonia sembra più volenterosa ma è solo un fuoco di paglia. Falcao prima e Cuadrado poi chiudono la partita. Nic sie nie stalo, Polonia.

Potrebbe Interessarti

Torna su
CasertaNews è in caricamento