Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stop alle auto, ecco le deroghe. Si rischiano multe e ritiro della patente. "Ad Aversa smog come Milano e Roma" | VIDEO

 

Nei primi 47 giorni del 2020 sono già 29 le volte in cui è stato superato il limite giornaliero consentito, pari a 50 μg/mc, del particolato PM10. Nel 2019, invece, sono stati 68 i giorni in cui sono stati superati i limiti. Da ciò la necessità di dare vita alle Domeniche ecologiche. “Il provvedimento – ha detto il sindaco Alfonso Golia con il comandante della Polizia municipale Stefano Guarino – nasce dall’esigenza e dalla volontà di tutelare la salute e rispettare l’ambiente”. La prima domenica ecologica è in programma per domenica prossima, 23 febbraio, e poi il 15 e 22 marzo, il 19 aprile e il 10 maggio. Inoltre dal 24 febbraio al 29 maggio dalle 9 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19 sarà vietata la circolazione delle auto da euro 1 a euro 3. In tutte le strade della città i veicoli più vecchi, ovvero più inquinanti non potranno circolare con l’eccezione di Viale Europa, Viale Kennedy, Viale della Libertà, Viale Olimpico, Via Gramsci, Via Filippo Saporito, Via Atellana, Via Torrebianca, Via Di Giacomo, Via D’Acquisto, Via Diaz, Piazza Mazzini, Via Fermi, Via Nobel, Via Arturo Garofano, via dell’Archeologia, via Madonna dell’Olio, via Pastore.  

Le eccezioni e le deroghe

Ma ci sono alcune esclusioni. Potranno continuare a circolare liberamente i veicoli elettrici o ibridi e veicoli alimentati a GPL o a gas metano purché utilizzino per la circolazione dinamica rigorosamente solo GPL o il gas metano; autobus adibiti al servizio pubblico di linea e turistici, scuolabus, taxi ed autovetture in servizio di noleggio con conducente; i veicoli al servizio di portatori di handicap muniti di contrassegno e di soggetti affetti da gravi patologie debitamente documentate con certificazione rilasciata dagli Enti competenti; i veicoli adibiti al soccorso, compresi quelli dei medici in servizio e dei veterinari in visita domiciliare urgente, muniti di apposito contrassegno rilasciato dal rispettivo ordine; i veicoli per il trasporto alle strutture sanitarie pubbliche o private per sottoporsi a visite mediche, cure ed analisi programmate, nonché per esigenze di urgenza sanitaria da comprovare successivamente con il certificato medico rilasciato dal Pronto Soccorso; i  veicoli che trasportano farmaci, gas terapeutici e prodotti per uso medico; i veicoli delle Forze dell’Ordine, dei Corpi e servizi di Polizia Municipale e Provinciale, dei Vigili del Fuoco, della Protezione Civile, delle Forze Armate, degli altri Corpi armati dello Stato, a servizio della Giustizia riconoscibili da appositi permessi rilasciati dalle Procure o dai Tribunali; i veicoli utilizzati da persone residenti nelle aree nelle quali è vietata la circolazione del traffico veicolare; i veicoli degli istituti di vigilanza privata compresi i portavalori; i veicoli dei commercianti ambulanti dei mercati scoperti, limitatamente al percorso strettamente necessario alla propria attività in occasione dei mercati; i veicoli di trasporto di pasti confezionati per le mense e trasporto di alimenti destinati a particolari categorie sociali; i veicoli utilizzati per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti urbani e speciali, per lavori pubblici ovvero i veicoli per interventi di ripristino strade in caso di incidenti stradali. Ed inoltre i veicoli che effettuano car-pooling, ovvero trasportano almeno tre persone a bordo, quale promozione dell’uso collettivo dell’auto.  Chi non rispetta l’ordinanza del sindaco subirà una sanzione di 168 euro (117,60 euro se pagata entro cinque giorni). Prevista la sospensione della patente alla seconda sanzione nell’arco di un biennio. (ha collaborato Francesca Pagano)

Copyright 2020 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
CasertaNews è in caricamento