Omicidio Mollicone, il processo alla famiglia casertana a 19 anni dal delitto | IL VIDEO DE 'LE IENE'

 

La trasmissione di Italia 1 ‘Le Iene’ sono tornate ad interessarsi dell’omicidio di Serena Mollicone. A gennaio, infatti, dopo oltre 19 anni dalla morte della ragazza, inizierà il processo in Corte d'Assise a carico dell'ex maresciallo della caserma di Arce, Franco Mottola, della moglie Anna e del figlio Marco, tutti di Teano. Con loro sotto processo anche l'ex vice comandante della stazione di Arce, il luogotenente Vincenzo Quatrale e l'appuntato dei carabinieri Francesco Suprano. Dopo vari anni di depistaggi, le indagini hanno avuto una svolta col nuovo comandante della stazione di Arce, il maresciallo Gaetano Evangelista, che ha raccolto elementi, voci, testimonianze che portano tutte all'interno della caserma dei carabinieri. Una scoperta sconvolgente che non lo ha però fermato e con l'aiuto ed il sostegno dei colleghi della Compagnia di Pontecorvo e del Reparto Operativo di Frosinone, è riuscito a ricostruire un puzzle intrigatissimo che dopo il suicidio del brigadiere Santino Tuzi era divenuto ancor più difficile da comporre. Gli accertamenti e le indagini hanno consentito di far iscrivere nel registro degli indagati cinque persone: l'ex comandante della stazione di Arce, Franco Mottola, la moglie Anna, il figlio Marco, l'ex vice comandante Vincenzo Quatrale e l'appuntato Francesco Suprano. I tre componenti della famiglia Mottola devono rispondere di 'omicidio volontario ed occultamento di cadavere' mentre Quatrale di concorso esterno molare in omicidio e dell'istigazione al suicidio del brigadiere Santino Tuzi. L'appuntato Francesco Suprano invece deve rispondere di favoreggiamento. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
CasertaNews è in caricamento