Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Finte guardie ambientali fermano cacciatori ed automobilisti: 4 denunciati | VIDEO

 

Addirittura avrebbero fatto posti di blocco con tanto di palette e pettorine, fermando ed identificando ignari automobilisti. E' quanto emerso dall'indagine della guardia di finanza della compagnia di Aversa che ha effettuato un sequestro nei confronti dell'associazione di volontariato Eza, che operava controlli di vigilanza zoofila e venatoria senza alcuna autorizzazione. 

L'inchiesta è partita da una segnalazione di alcuni agricoltori e cittadini dell'agro aversano che lamentavano la presenza delle 'guardie' ambientali che fermavano cacciatori verificando le regolarità di porti d'arma e licenze di caccia. Divise, armi, colori d'ordinanza sulle auto (simili tra l'altro proprio a quelle della guardia di finanza) hanno fatto scattare l'allarme nei finanzieri che sono andati fino in fondo.  Si è scoperto che l'associazione avesse una sede legale a Viareggio ma la base operativa nell'agro aversano. Uno degli indagati, inoltre, aveva la residenza a Legnano, in provincia di Milano, pur essendo domiciliato in Campania. 

Alla fine sono state denunciate 4 persone e sequestrate circa 30 armi, tra fucili e pistole. Sotto chiave anche due divise, della guardia di finanza e della polizia penitenziaria. Le accuse sono di esercizio abusivo, dell'uso di segni di riconoscimento delle forze di polizia ma anche di ricettazione. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
CasertaNews è in caricamento