Martedì, 28 Settembre 2021

Il papà di Gennaro Leone: “Gabriel, pentiti col cuore. Solo così potrai avere pace”

A Caserta la fiaccolata per il 18enne ucciso sabato scorso: presenti anche i genitori del pugile

"A Gabriel dico di pentirsi di cuore. Di farlo davanti a Dio, solo così potrà avere pace". Sono queste le parole che Alberto Leone, il papà di Gennaro, rivolge al 19enne di Caivano che con una coltellata ha tolto la vita a suo figlio, sabato scorso in via Vico, nel cuore di Caserta.

I genitori di Gennaro Leone, 18 anni di San Marco Evangelista, hanno preso parte, ad una settimana dalla tragedia che li ha travolti, alla fiaccolata promossa dal Comitato spontaneo mamme casertane e del Comitato Vivibilità cittadina, presieduto da Rosi Di Costanzo. Alberto Leone e Pina Geniale, i genitori di Gennaro, hanno portato la loro testimonianza perché tragedie come quella accaduta sabato scorso non accadano più, perché nessun giovane muoia più durante la movida.

fiaccolata gennaro leone caserta-2

"Chiedo di superare questo momento per quello che ci è accaduto - dice a Casertanews papà Alberto - Chiedo a Dio di darci la forza e darmi la pace interiore. Chiedo giustizia ma non vendetta. Quello è un sentimento che non ci appartiene. Per questo ho detto ai miei figli ed agli amici di Gennaro di non commettere rappresaglie. Anche se ci sono altre persone coinvolte queste vanno assicurate alla giustizia. Noi non vogliamo altre tragedie".

Gennaro era un pugile ed "era in Nazionale", rivela il papà. E proprio la disciplina sportiva forse lo ha frenato sabato sera. "Gli viene insegnato che ciò che imparano in palestra non può essere utilizzato per offendere fuori dal ring", spiega ancora papà Alberto. Gennaro non si è difeso come avrebbe potuto, anche quando il suo 'rivale' lo ha ferito con un coltello alla coscia.

Un dolore tremendo che Alberto e Pina stanno provando: "È un pezzo di cuore che se ne va", dice commosso Alberto Leone. Ma la fede dà la forza alla loro famiglia: "Affidiamo Gennaro a Gesù. Gennaro ci sta dando la forza, anche in questi giorni".

Alla fiaccolata hanno partecipato anche i commercianti di via Vico. Nella strada del centro teatro della tragedia si vede anche qualche candidato sindaco, da Del Gaudio a Guerriero. Assente il sindaco Carlo Marino, anche lui colpito da un lutto per la perdita del suocero Delio Iorio. In rappresentanza dell'amministrazione c'erano l'assessore Franco De Michele ed il consigliere Gianni Comunale. "Era un dovere esserci", ha detto De Michele ai genitori di Gennaro Leone.

"Come comitato chiediamo un confronto con i candidati a sindaco di Caserta. Vogliamo sapere qual è la loro idea di vivibilità e di movida. Siamo disposti ad ascoltare tutti, poi faremo le nostre proposte". Lo ha dichiarato Rosi Di Costanzo a margine della fiaccolata per Gennaro.

Copyright 2021 Citynews

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Il papà di Gennaro Leone: “Gabriel, pentiti col cuore. Solo così potrai avere pace”

CasertaNews è in caricamento