E' morta a 51 anni col Covid un mese dopo l'appello della sorella in tv

Ha lottato in un letto d'ospedale per oltre 8 mesi: aveva bisogno di una cura che non è mai arrivata

 

Maria Griffo non ce l'ha fatta. Questo maledetto Covid-19 si è portato via una donna che stava lottando da ormai 8 mesi contro questo terribile male. A nulla sono valsi gli appelli a La7 e le petizioni per aiutarla, si è spenta all'età di 51 anni tra la disperazione di due comunità, quella di Lusciano dove la donna viveva e quella di Parete dove praticamente era conosciuta da tutti. 

Nonostante due ospedali e tre diverse terapie Maria ha salutato tutti all'ospedale Cotugno di Napoli senza nemmeno poter ricevere un abbraccio di conforto nel suo ultimo viaggio. Lascia un marito e due figlie. 

Due tumori alle spalle, a gennaio aveva concluso con successo l'ultimo ciclo di chemioterapia. Ma otto mesi fa inizia ad avvertire i primi sintomi. Richiede un tampone e le viene eseguito a domicilio e per due volte risulta positivo. Il 26 marzo viene trasferita al Covid Hospital di Maddaloni. Dopo vari accertamenti Maria risulta allergica alla microglobulina, per cui le viene detto che non può essere sottoposta alla terapia con il plasma a meno che non venga donato dai fratelli. Ma nessuno ha contratto il virus. Viene curata con cortisone e vari anticorpi ma senza successo. Il 30 maggio vieni trasferita al Cotugno di Napoli. Tuttavia, i tamponi sono sempre positivi. A settembre, Maria viene sottoposta ad una cura sperimentale americana, dura dieci giorni, una volta conclusa sembra avere effetto, ma poi peggiora.

Da quanto riferito dai medici alla famiglia, Maria avrebbe avuto bisogno di anticorpi monoclonali, sarebbe stata l'ultima spiaggia. Una cura che lo stesso Trump, che è riuscito a sottopoarsi a questa cura, ha definito "Mano di Dio". Da qui la richiesta di intervento al ministro della Salute e al presidente del Consiglio, per "avere le cure adatte". Solo che ha atteso fino a qualche ora fa ma non sono arrivate le cure idonee. In Italia nelle sue condizioni c'è solamente un altro paziente. Che adesso è solo dopo la scomparsa di Maria. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
CasertaNews è in caricamento