rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023

Camorra ‘hi-tech’: droni con telecamera termica per spiare auto e case | VIDEO

Un vero clan 2.0. Era quello che stava cercando di riorganizzare Pietro Ligato che era uscito dal carcere il 17 agosto del 2020. Nel pieno del periodo pandemico, il boss di Pignataro Maggiore stava tentando di ricostituire il suo gruppo anche con aggressioni ma è stato immediatamente messo al centro delle indagini che nel giro di poco meno di un anno e mezzo hanno portato al suo nuovo arresto.

Nel corso delle perquisizioni effettuate questa mattina dai carabinieri del Nucleo investigativo del Comando Provinciale di Caserta, unitamente a quelli della Compagnia di Capua, nell’ambito dell’operazione coordinata dalla DDA di Napoli, sono stati rinvenuti 2 droni professionali di nuova tecnologia, del valore di oltre 5mila euro, di cui uno con telecamera termica per uso notturno. Sono stati sequestrati, inoltre, uno smartphone, un micro telefono, apparecchiature ricetrasmittenti, un disturbatore di frequenze radio digitali multiplo e varie batterie, anche di grandi dimensioni. Infine sono stati rinvenuti un tirapugni e una bomboletta di spray urticante.

I droni sequestrati ai Ligato, secondo quanto emerso, sarebbero serviti a Ligaro per il controllo del territorio ed erano dotati di una telecamera termica in grado di "vedere" anche persone in auto o all'interno di immobili.

Copyright 2023 Citynews

Sullo stesso argomento

Video popolari

Camorra ‘hi-tech’: droni con telecamera termica per spiare auto e case | VIDEO

CasertaNews è in caricamento