rotate-mobile

Dal briefing alle perquisizioni: il video del blitz contro il clan Bidognetti

Il breafing in caserma con il comandante provinciale Manuel Scarso, poi decine di auto dei carabinieri sono partite dal comando di via Laviano alla volta dell'Agro Aversano dove è stata data esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 37 indagati ritenuti affiliati ai gruppi Schiavone e Bidognetti del clan dei Casalesi. 

Tante le perquisizioni a carico degli indagati, anche con il nucleo cinofilo. I Carabinieri del Comando Provinciale di Caserta e del Gruppo di Aversa sono stati coadiuvati, nella fase operativa, da personale del NIC Nucleo Operativo Centrale della Polizia Penitenziaria.

Tra i principali indagati figurano Gianluca, Katia e Teresa Bidognetti, figli del boss Francesco - Cicciotto e Mezzanotte - detenuto al 41 bis. Dalle indagini è emerso come Gianluca Bidognetti avesse ordinato un omicidio dall'interno del carcere (è attualmente detenuto a Terni) con un cellulare fatto entrare ad hoc. 

Katia e Teresa Bidognetti, invece, avrebbero continuato a percepire stabilmente somme di denaro provento delle attività illecite. 

Dall'inchiesta - coordinata dalla Dda - è emerso come  la fazione Bisognetti eserciterebbe il controllo delle attività delle agenzie di onoranze funebri dell'agro aversano grazie ad accordi criminali stretti già negli anni '80, attraverso un "consorzio di imprese", che è stato sottoposto a sequestro. 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Dal briefing alle perquisizioni: il video del blitz contro il clan Bidognetti

CasertaNews è in caricamento